[ALTOPASCIO] Rave party nella campagna di Altopascio: scattano i controlli

da
Advertising


ALTOPASCIO. La questura di Lucca e i vigili urbani del comando di altopascio sono intervenuti – nella tarda mattinata di domenica 21 maggio – per aiutare il deflusso delle auto dei partecipanti al rave party che nella notte fra sabato 20 e domenica 21 maggio si è svolto in località isola, lungo la Bientinese al confine col territorio di Castelfranco di sotto. Il rave party ha avuto luogo in una zona isolata, in aperta campagna, dove si trovano alcune roulotte.


Il primo ad avvertire della presenza di un rave in aperta campagna e a protestare per il rumore prodotto è stato il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti, con un post su Facebook. “E così alle 8.30 di domenica mattina – scriveva Toti – è stato gentilmente abbassato il volume della musica. Non sono in preda all’alcool: gli abitanti di Orentano hanno avuto il sottofondo di musica sparata ad alto volume proveniente da un rave party nella zona di Isola lungo la Bientinese. Per chiarezza, e rispondo ai tanti messaggi che mi sono arrivati, nessuno del nostro comune ha autorizzato alcunché, se no altro perché la zona non è nel nostro comune. Ovviamente il fatto che sia fuori dal nostro territorio non sposta di niente il problema. È inaccettabile che le persone a casa propria debbano sopportare questo forte disagio per l’intera notte. A questo aggiungo il rischio di incidenti per le auto parcheggiate

in una strada molto transitata”.


La partecipazione alla manifestazione risulta essere stata massiccia ma non si sarebbero verificati, secondo i primi riscontri, problemi di carattere sanitario fra gli intervenuti. Ad ogni modo, sono stati compiuti controlli sui partecipanti.

Fonte: Il Tirreno

Advertising