[REGIONE UMBRIA] INFORMAZIONE: “CORECOM E FONDAZIONE VILLA MONTESCA CONTRO IL CYBERBULLISMO” – OGGI A CITTÀ DI CASTELLO LA FIRM…

da
Advertising

(Acs) Perugia, 22 maggio 2017 – Il contrasto al cyberbullismo è il tema portante della convenzione che Marco Mazzoni, presidente del Corecom dell’Umbria, e Angelo Capecci, presidente della Fondazione Villa Montesca, hanno firmato oggi a Città di Castello, dando ufficialmente il via ad una collaborazione che, già nei prossimi mesi, prevede l’insediamento del ‘Tavolo del cyberbullismo’ a cui si siederanno anche genitori e docenti.

Accompagnato dalle componenti del Comitato, Stefania Severi e Maria Mazzoli, il presidente Mazzoni ha parlato di “un’intesa nel segno dell’apertura verso soggetti esterni, impegnati su temi comuni, come nel caso del bullismo in rete, che rappresenta uno dei fronti caldi della comunicazione. A breve presenteremo una ricerca condotta tra gli studenti perugini e ternani sul fenomeno della violenza attraverso i nuovi media e a settembre ci aspetta un convegno che organizzeremo insieme a Villa Montesca”.

La fondazione Villa Montesca aderisce ad “Ean”, la rete europea contro il cyberbullismo: “Ci stiamo occupando di formazione in anni di grandi emergenze educative – ha spiegato il presidente Capecci – ed il cyberbullismo è ormai da tempo un tema all’ordine del giorno di molti dei progetti europei a cui partecipiamo. A settembre Città di Castello sarà la capitale della lotta al cyberbullismo attraverso un convegno europeo per approfondire analisi e strumenti. Il fenomeno nasce in rete e là si deve estirpare. In questo la senso la collaborazione con il Corecom può portare contributi di qualità al dibattito e alle contromisure da adottare come comunità educante”.

CYBERBULLISMO MA NON SOLO: LA CONVENZIONE. L’accordo muove dalle reciproche competenze: per Villa Montesca il cyberbullismo non è un tema recente, nell’ambito più generale dell’educazione per una cultura inclusiva, solidale e democratica anche con la finalità di sviluppare competenze digitale e la cultura della protezione dei minori nei media sociali. Di diversa natura, il Corecom, organo di vigilanza nelle comunicazioni in quanto braccio operativo dell’Agcom, si occupa anche di educazione e alfabetizzazione digitale e creazione di media di comunità. Corecom e Villa Montesca dunque collaboreranno nella elaborazione di progetti, mettendo a disposizione le competenze e le conoscenze per lo sviluppo di attività e per la creazione di network anche locali finalizzati allo sviluppo delle competenze digitali; tra i campi di interazione la creazione di strumenti anche di primo impatto (brochure, siti internet, canali youtube) per la promozione della prevenzione del cyberbullismo.

“E’ significativo che questa alleanza sia siglata a Città di Castello, dove la violenza in rete ha in Villa Montesca uno dei suoi luoghi maggiori di ricerca” ha detto il vicesindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli “e dove l’attuale presidente del Corecom, nel periodo in cui guidò il centro di formazione Bufalini, ha vissuto la realtà dei giovani e la loro esposizione ad una delle degenerazioni connesse all’uso intensivo dei nuovi media. Pensiamo che questo territorio stia svolgendo una funzione positiva nel campo della formazione e che la collaborazione non possa che dare maggiore impulso ad entrambe le realtà coinvolte. Come Amministrazione, siamo disponibili a fare la nostra parte nei molti e ambiziosi progetti che la convenzione mette fin da da ora in cantiere”.

La “FONDAZIONE HALLGARTEN-FRANCHETTI CENTRO STUDI VILLA MONTESCA” ha sede a Villa Montesca di Città di Castello, dove nel 1909 Maria Montessori organizzò un seminario che diede vita alla prima pubblicazione del metodo di pedagogia scientifica, universalmente noto come il ‘Metodo Montessori’. La Fondazione, in continuità con la tradizione di Alice Hallgarten e di Leopoldo Franchetti nel campo dell’istruzione innovativa e dell’intervento sociale, lavora da sempre nelle scienze dell’educazione e per l’apertura verso altre esperienze culturali europee, nel rispetto del patrimonio morale della tradizione educativa delle scuole rurali di Montesca e Rovigliano. Oggi la Fondazione ha una reputazione di livello internazionale per l’eccellenza nella formazione dei formatori, delle tecnologie informatiche e della comunicazione, dell’istruzione. La Fondazione ha una vasta esperienza nella gestione di team di progetto interdisciplinari con ricercatori provenienti dall’Università e da altri organismi esterni. Ha un ruolo rilevante nella promozione dell’apprendimento permanente.

Il COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI DELL’UMBRIA è un organo funzionale dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) e assicura a livello territoriale le funzioni di governo, garanzia e controllo in tema di comunicazioni. E’ disciplinato dalla legge regionale 28/14 che ne definisce l’organizzazione, il funzionamento, la composizione e i compiti e da un regolamento interno. Il Corecom esercita una serie di competenze di vigilanza e controllo su specifiche materie delegate dall’Agcom: la tutela dei minori, il pluralismo politico-istituzionale e sociale, la pubblicità, gli obblighi di programmazione. Svolge un’importante funzione di conciliazione nelle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche e cittadini.

(CittàdicastelloNotizie) RED/

Fonte: Regione Umbria

Advertising