[Lucca] CITTADELLA DELLA SALUTE AUMENTATI I POSTI LETTO

da
Advertising

Lucca –

Con l’attivazione di 14 nuovi posti letto per le cure intermedie alla Cittadella della Salute di Campo di Marte si compie un importante salto di qualità nell’ambito dei servizi sanitari erogati sul territorio lucchese.

L’obiettivo è ottenere una sempre maggiore compenetrazione fra le cure ospedaliere e la sanità territoriale. Rivendico con forza il ruolo del sindaco come tramite fra i cittadini e la nuova macro-Asl, con lo scopo di assicurare il diritto alla salute a tutti i cittadini.

Se infatti la recente riforma della sanità toscana è condivisibile sul piano dei principi, nella sua applicazione pratica ha destato più di una perplessità. Per questo, assieme ad altri sindaci della Piana e al consigliere regionale Stefano Baccelli, abbiamo dato vita a un percorso di ascolto che ha coinvolto i soggetti che operano sul campo: l’obiettivo è far sentire la voce di Lucca affinché la riorganizzazione dei servizi sanitari siano condivisi con il territorio, che ha le sue specificità e le sue eccellenze che devono essere tutelate.

Il risultato è positivo: porta a raddoppiare i posti-letto a disposizione dei pazienti che necessitano di cure anche dopo la fase acuta. Non dobbiamo dimenticare che c’è ancora molto da fare perché il nostro territorio possa contare su servizi socio-sanitari di qualità e accessibili per tutti.

Il mio impegno nei prossimi cinque anni sarà dunque mirato a rafforzare il ruolo dell’ospedale San Luca, che deve essere messo in grado di poter lavorare al massimo delle sue potenzialità, qualificando ulteriormente chi vi lavora e aumentando l’attenzione ad alcuni ruoli-chiave per l’assistenza al paziente, come quella di tipo infermieristico.

Il mio programma di governo per Lucca punta a integrare sempre di più i servizi socio-sanitari della Cittadella della Salute con l’ospedale nuovo, andando a realizzare nuovi punti di erogazione come quello nella zona sud-ovest del comune, e cioè all’interno del rinnovato Quartiere Giardino, che darà risposte importanti a un bacino di utenza che va da Santa Maria del Giudice a San Concordio, sgravando al contempo il distretto di Sant’Anna.

Sul fronte della prevenzione dovremo lavorare con maggiore incisività, anche attraverso nuovi sistemi come quello “Open Access”, sperimentato con successo a Pisa e che noi vogliamo importare anche a Lucca, per abbreviare i tempi di attesa per gli esami e la prevenzione anche per coloro che non rientrano nel piano screening offerto ai cittadini.

Infine è nostra intenzione realizzare uno Sportello unico di coordinamento fra l’Asl e i servizi sociali, che vogliamo collocare proprio a Campo di Marte. Uno Sportello che dovrà semplificare tutto l’iter legato alla ospedalizzazione, soprattutto nei casi in cui il bisogno non si esaurisce nella risposta sanitaria, ma richiede anche interventi di natura sociale.

Fonte Verde Azzurro

Advertising