[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Cultura: Torrenti a Bruxelles, importante sinergia fra territori

da
Advertising

Trieste, 23 mag – L’assessore alla Cultura del Friuli Venezia
Giulia, Gianni Torrenti, è intervenuto, anche in veste di
presidente della commissione Cultura della conferenza delle
Regioni, al convegno sul ruolo della cultura nelle relazioni
internazionali “Towards an EU strategy for international cultural
relations: regional contribution” svoltosi a Bruxelles, nella
sede del Comitato delle Regioni.

“La cultura – ha sottolineato Torrenti, riprendendo il concetto
emerso chiaramente anche durante il recente G7 dei ministri della
cultura a Firenze – è il vero strumento di democrazia e dialogo
tra i popoli. Mettere a confronto e condividere le esperienze
culturali a livello internazionale è, infatti, un ottimo punto di
partenza e il Friuli Venezia Giulia, in qualità di regione di
confine dove peraltro si parlano quattro lingue, ha da sempre una
vocazione a collaborare con le realtà contermini”.

Torrenti, segnalando le effettive proposte per future sinergie
internazionali, ha citato l’America Latina e le relative
opportunità palesate in occasione degli Stati Generali dei
Corregionali, la comunità irachena Yazida attraverso azioni di
rafforzamento della sua identità culturale ma anche il
Kazakhistan e il Kurdistan. L’assessore, inoltre, si è soffermato
sulla recente collaborazione tra la Fondazione Aquileia, il Museo
Nazionale dell’Iran e l’Iranian Cultural Heritage Handcrafts.

Torrenti, condividendo le preoccupazioni anche di altri
interlocutori, ha posto l’accento sul problema demografico in
Europa, “questione molto sentita anche in Italia ed evidenziata
dai dati Istat”.

“Si avverte la necessità – ha evidenziato – di un accompagnamento
culturale, soprattutto per noi che viviamo così intensamente la
diversità legata ai flussi migratori, per trasmettere la pari
importanza delle culture”.

Il dibattito, promosso dalla rete Ricc (Regional initiative for
culture and creativity) ed al quale hanno preso parte esponenti
delle istituzioni europee e dell’Unesco, ha voluto proporre le
Regioni come soggetti attivi per intraprendere iniziative
concrete con gli altri attori individuati per l’implementazione
della strategia europea sulla cultura nelle relazioni
internazionali, nel rispetto dei concetti di partnership e di
sussidiarietà.
ARC/COM/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising