[REGIONE PIEMONTE] Un piano per l'innovazione sociale

da
Advertising

Un piano sperimentale per l’innovazione sociale. La strategia “WECARE – Welfare Cantiere Regionale”, varata dalla Regione Piemonte, prevede lo stanziamento di oltre 20 milioni di euro, attraverso il Fondo Sociale Europeo e il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, coniugando misure diverse finalizzate a promuovere l’innovazione nell’ambito della rete dei servizi sociali, migliorare la governance locale, stimolare la collaborazione tra soggetti pubblici, enti del terzo settore ed imprese, sostenere lo sviluppo di progetti di imprenditorialità a vocazione sociale e di welfare aziendale. Il piano è stato illustrato martedì 23 maggio, presso il Palazzo della Regione, dai quattro assessori regionali coinvolti: alle Politiche Sociali, della Famiglia e della Casa, ai Diritti Civili e Pari Opportunità, alle Attività produttive e all’Istruzione, Lavoro e Formazione Professionale.

Alla delibera approvata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale seguiranno, nei prossimi mesi, una serie di bandi sulle singole misure, a cui potranno partecipare, in base alla tipologia, enti gestori delle politiche sociali, Comuni, imprese, organizzazioni del terzo settore e associazioni di volontariato. Tutte le azioni dovranno essere volte a stimolare progetti sui territori, che dimostrino sostenibilità e replicabilità per promuovere coesione e inclusione sociale.

La strategia “WECARE – Welfare Cantiere Regionale” è il primo ed unico esempio a livello nazionale in questo settore e si articola in quattro principali misure individuate che avranno i seguenti obiettivi: stimolare processi collaborativi sui territori, facilitare la sperimentazione di servizi innovativi, spingere la crescita di iniziative imprenditoriali, sostenere iniziative di welfare aziendale. Una quinta misura di accompagnamento è destinata a sostenere, come azione di sistema, le iniziative di sperimentazione.

Per l’assessore alle Politiche Sociali, con questo piano la Regione Piemonte si pone come protagonista in ambito nazionale delle politiche di innovazione sociale, per rispondere a nuovi bisogni sociali che gli strumenti tradizionali del nostro sistema di welfare non sono più in grado di intercettare. Per l’assessora alle Attività produttive, questa deliberazione è un’iniziativa che consentirà il rafforzamento delle esperienze di sperimentazione esistenti nel territorio regionale, cercando di stimolare, attraverso il Por Fesr, progettualità di grandi dimensioni e di finanziare anche progetti più contenuti, compresi quelli di start up. L’assessora al Lavoro e Formazione Professionale ha voluto invece sottolineare l’importanza della nuova strategia regionale nel rafforzare la sinergia tra consorzi socio-assistenziali, centri per l’impiego e agenzie per il lavoro accreditate per favorire l’inclusione lavorativa di persone con fragilità e contrastare il disagio sociale. L’assessora alle Pari Opportunità, ha voluto infine rimarcare lo stanziamento di ben 4 milioni di euro per il welfare aziendale, che potranno essere investiti, ad esempio, per le politiche di condivisione dei tempi di vita e lavoro, le pari opportunità, il sostegno al diritto allo studio, i servizi di cura per i familiari anziani o non autosufficienti.

Le misure di WECARE – Welfare Cantiere Regionale

Author Lara Prato Questo indirizzo email è protetto dagli . È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA

Advertising