Firenze Al via Preziosa 2017, torna in Oltrarno la Florence Jewellery Week dedicata al mondo dell’oreficeria

da
Advertising

Torna nel cuore dell’Oltrarno la settimana dedicata al mondo dell’oreficeria con le mostre, i workshop e gli incontri di Preziosa 2017. La Florence Jewellery Week, promossa da Lao – Le Arti Orafe Jewellery School e in programma dal 24 al 28 maggio, è stata presentata oggi al Museo Bellini dall’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e dal curatore Giò Carbone, fondatore e direttore di LAO. In programma mostre, conferenze, workshop, incontri, dimostrazioni, con l’obiettivo di dare risalto alle connessioni tra design e tecnologie innovative, tra ricerca artistica e tradizione artigianale, che influenzano la creazione orafa contemporanea internazionale. Protagonisti importanti nomi dell’oreficeria contemporanea, come Robert Baines, Sibylle Umlauf, Arata Fuchi, Tasso Mattar e Danni Schwaag, curatori, galleristi e critici, tra cui Inger Wästberg, Martina Dempf, Maria Cristina Bergesio, Roberta Bernabei, Maria Laura La Mantia, David Loepp, Shruti Agrawal. Ospite d’onore sarà Petra Hölscher, Curator Die Neue Sammlung, The Design Museum at Pinakothek der Moderne di Monaco di Baviera, la pinacoteca che ospita la più importante collezione al mondo dedicata al gioiello contemporaneo.

“È un orgoglio per l’amministrazione comunale sostenere un progetto che fa dell’artigianato artistico una forma d’arte – ha detto l’assessore Del Re – Un modo per mettere al centro dell’attenzione internazionale il mondo delle botteghe e delle scuole d’arte orafe fiorentine, insieme a tutto il quartiere dell’Oltrarno. Riempie di gioia vedere che grazie a realtà come Lao, gli studenti che escono dai corsi sono in grado di realizzare progetti concreti e innovativi facendo rinascere botteghe chiuse. È un bel segnale per il tessuto economico della nostra città e per la stessa identità fiorentina”.

“Da oltre trent’anni Le Arti Orafe Jewellery School è impegnata nella promozione della ricerca contemporanea nell’ambito dell’oreficeria – ha affermato Carbone – Una forma di espressione artistica autonoma, che trova le sue radici nella tradizione artigianale e nel design, in grado di interpretare i cambiamenti del costume e delle tendenze, così come delle esigenze degli acquirenti finali. La ricerca artistica, l’artigianato, le nuove tecnologie, la sperimentazione di nuovi materiali e le attività industriali sono aspetti strettamente connessi e interdipendenti, da sempre fondamentali nella crescita di LAO, che attraverso l’organizzazione di Preziosa Florence Jewellery Week li riunisce con la volontà di offrire spazio a tutte le forme di creatività in modo da farle conoscere ad un pubblico sempre più vasto”.

I luoghi dell’evento sono Museo Bellini in lungarno Soderini 5, Galleria di Palazzo Coveri in lungarno Guicciardini 19, Galleria Botticelli di via Maggio 39/r, sala Capitolare della chiesa di Santo Spirito in piazza Santo Spirito, Lao Le Arti Orafe Jewellery School in via dei Serragli 104, Chiesa di San Felice in piazza San Felice. Programma aggiornato su www.preziosa.org. (sc)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising