Firenze Cultura, l’assessora Concia incontra i direttori dei musei fiorentini

da
Advertising

 Una nuova forma di comunicazione strategica, una forte collaborazione fra tutti i musei per “fare rete” e un incontro fra musei e operatori degli Infopoint per una informazione più capillare di tutte le istituzioni culturali cittadine. Sono alcuni obiettivi concordati oggi durante l’incontro che l’assessora a turismo, fiere, congressi, marketing territoriale e attrazione di investimenti Paola Concia ha avuto a Palazzo Vecchio con tutti i direttori dei musei civici, statali e privati della città. La riunione, durata circa due ore, è stata convocata per promuovere al meglio un grande gioco di squadra. “Vogliamo arrivare ad una nuova forma di comunicazione strategica con i nostri gioielli di famiglia” ha spiegato Concia. “Collaborando tutti insieme vogliamo creare una rete per far conoscere ai turisti che arrivano in città – ha aggiunto – tutta l’offerta culturale che c’è dentro e fuori il quadrilatero del centro storico. Anche per questo ho proposto di organizzare entro breve tempo un incontro di tutti i musei con gli operatori dei nostri Infopoint, per una informazione sempre più diffusa, capillare ed integrata dell’offerta turistica. Lavoreremo inoltre per internazionalizzare sempre di più tutti i nostri musei, anche quelli meno frequentati, collaborando alla loro valorizzazione durante le missioni all’estero. Ci adopereremo per la promozione di tutti i musei cittadini e per un’offerta integrata, capillare, sistemica, anche dal punto di vista comunicativo, del sistema museale fiorentino”. L’assessora ha inoltre illustrato i due obiettivi su cui è impegnata l’amministrazione: diminuire il turismo mordi e fuggi e promuoverei un turismo di qualità e colto decentrandone i flussi. Durante l’incontro, a cui ha partecipato la direttrice del Firenze Convention and Visitors Bureau Carlotta Ferrari, è stato presentato anche il progetto Destination Florence, realizzato in partnership con il Comune di Firenze che permetterà di monitorare i flussi turistici, diversificare l’offerta turistica e migliorare le strategie di promo-commercializzazione della destinazione Firenze. (sp)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising