Firenze Regolamento UNESCO, incentivi fiscali per imprenditoria culturale e artigianato

da
Advertising

Incentivi fiscali per chi decide di aprire nuove attività a carattere culturale o di artigianato nell’area UNESCO. È quanto prevede un ordine del giorno approvato lunedì nell’ultimo consiglio comunale, collegato alla delibera che contiene le modifiche al regolamento UNESCO del Comune di Firenze.

L’atto indica la “possibilità di introdurre forme di incentivazione fiscale per favorire nel centro storico l’insediamento di attività culturali o comunque di imprenditoria culturale o attività dell’artigianato storico fiorentino”.

“La normativa attuale, come noto, prevede che in caso di chiusura di un’attività commerciale, questa possa essere sostituita solo da un esercizio commerciale similare a quella cessata – spiega il primo firmatario dell’odg Leonardo Bieber –, con questa modifica che chiediamo di introdurre, si fa un passo in più, nell’ottica non solo di preservare la storicità, ma di accrescere contemporaneamente il valore dell’offerta da parte delle attività commerciali in centro storico”.

“Siamo convinti che il mix di nuove iniziative culturali (come aree espositive o startup che valorizzino la contemporaneità) e artigianato storico, sia una formula vincente per combattere il degrado e stimolare un nuovo ‘rinascimento’ nel cuore di Firenze. Con questo atto ci auguriamo di aver fornito un piccolo ma importante contributo in questa direzione” ha aggiunto il consigliere PD e presidente della commissione urbanistica. (fdr)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising