LIVORNO Primo Piano – Ex Casa della Cultura: secondo incontro pubblico con i cittadini

da
Advertising

Livorno –


cisternino di città  casa della cultura

Venerd 26 maggio, alle ore 16, al Centro Servizi Area Nord in via Gobetti

Ex Casa della Cultura: secondo incontro pubblico con i cittadini

E’ previsto un intervento dell’assessore Belais sul futuro Museo di Città

Livorno 24 maggio 2017 – “Questo secondo incontro sarà l’occasione sia per fare il punto sugli ultimissimi lavori di rifinitura che nel frattempo sono in una fase ancora più avanzata, sia per ascoltare ulteriori idee da parte dei cittadini anche in merito alla gestione. Ma anche per ascoltare l’assessore Belais che ci parlerà del futuro Museo di Città. Auspichiamo quindi ancora una volta la partecipazione numerosa dei livornesi ”.

Con queste parole la vicesindaca Stella Sorgente dà appuntamento per venerdì 26 maggio, alle ore 16, al Centro Servizi Area Nord in via Gobetti a tutte le persone interessate al progetto di recupero del Cisternino di Città, prossimo alla sua inaugurazione.

All’Auditorium Pamela Ognissanti, a fianco della vicesindaca, ci saranno anche questa volta gli assessori Alessandro Aurigi (urbanistica) e Francesco Belais (cultura), che anticipa così il suo intervento di venerdì pomeriggio: “Dopo il riscontro positivo del precedente incontro dedicato esclusivamente alla prossima apertura dell’ex Casa della Cultura, stavolta abbiamo pensato di aggiornare i cittadini anche sullo stato dell’arte del polo museale Bottini dell’Olio, in vista della sua imminente apertura, dopo anni di attesa e continui rinvii. Informare i livornesi sulle tappe del cronoprogramma dei prossimi mesi è un passaggio importante e necessario affinché questo Museo “della città” sia tale non soltanto nel suo nome”.

L’Amministrazione intende così dare concretezza al progetto che punta a fare del Cisternino di Città lo spazio ideale per catalizzare la partecipazione dei cittadini dei diversi ambiti di intervento comunale (in particolare cultura, politiche giovanili e contrasto al disagio giovanile, partecipazione) e per consolidare il dialogo tra Comune e città.

Al piano terreno della storica struttura di piazza Guerrazzi, l’Amministrazione ha individuato i locali da destinare alle iniziative di partecipazione, anche su idee lanciate direttamente dai cittadini. Al primo piano saranno ospitati l’Urban Center (per tutte quelle attività legate a Piano Strutturale, settore Urbanistica e Lavori Pubblici) ed alcune attività legate al SIT (Sistema Informativo Territoriale). Infine, all’ultimo piano, troveranno spazio la sala multimediale del progetto Ucat Network e altre e varie attività di formazione.

Advertising