ALTOPASCIO – “La Buona Scuola” versione giunta D’Ambrosio

da
Advertising

MENSA E TRASPORTO, C’È TEMPO FINO AL 10 GIUGNO PER ISCRIVERSI

Importanti riduzioni per le tariffe e contributi alla scuola

Altopascio, 25 maggio 2017 – C’è tempo fino al 10 giugno per iscriversi ai servizi di mensa e trasporto scolastico e con l’occasione la giunta D’Ambrosio torna a fare il punto sulle tariffe.

Innanzitutto per attivare i servizi i genitori per la prima volta da quest’anno devono registrarsi sul portale creato appositamente dall’amministrazione, a cui si accede dal sito del Comune (www.comune.altopascio.lu.it).

Poi, come già annunciato nei mesi scorsi, le famiglie quest’anno pagheranno meno. Con l’introduzione dei buoni mensa elettronici, l’amministrazione ha deciso di rivedere anche le tariffe e le soglie di contribuzione Isee. Rispetto al passato, quando per il servizio di refezione scolastica erano previste solo due tariffe, ora ce ne sono ben cinque. Resta invariato il contributo minimo di 1 euro per la fascia da 0 a 6mila euro di reddito annuo, mentre il prezzo pieno (3,50 euro per pasto) dovrà essere versato solo da coloro che dichiarano un Isee superiore a 22mila euro. Il pranzo costerà 2,70 euro per le famiglie con Isee compreso tra 6 e 10mila euro; salirà a 3,10 per la fascia reddituale 10-18mila euro e arriverà a 3,30 per quella compresa tra 18mila e 22mila euro. Le nuove fasce Isee riguardano anche i contributi annuali per il trasporto scolastico, che saranno di 60 euro (fino a 6mila euro), 170 euro (da 6 a 10mila euro), 190 euro (da 10 a 18mila euro), 210 euro (da 18 a 22mila euro) e 240 euro (oltre 22mila euro).

«La scuola ricopre una voce molto importante del nostro bilancio comunale – commentano il Sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore Ilaria Sorini – Fin da subito abbiamo deciso di metterla al centro della nostra azione di governo, sia per quanto riguarda i progetti formativi da proporre o da sviluppare di comune accordo con l’Istituto comprensivo, sia per quanto riguarda gli interventi da compiere sull’edilizia scolastica. A inizio anno siamo riusciti a far partire la sperimentazione per il prolungamento dell’orario dell’asilo nido comunale, introducendo così il tempo pieno (uscita 16,30): una novità richiesta a gran voce dalle famiglie e molto importante per tutto il territorio. Una novità che confermiamo anche per il prossimo anno scolastico, perché permette di completare l’offerta educativa e di garantire alla comunità un effettivo servizio pubblico. Anche la riduzione delle tariffe va letta nella stessa ottica: per garantire sviluppo ed equità, il Comune deve porsi come un ente dinamico e malleabile, capace di rispondere in tempi rapidi alle questioni sollevate dai propri cittadini e la questione economica è senza dubbio la più impellente».

Ilaria-Sorini-assessore-sociale-Comune-di-Altopascio
Ilaria Sorini

Un’attenzione alla scuola che si traduce anche nei molteplici interventi operati dall’amministrazione fin dal suo insediamento: imbiancatura completa in cinque scuole, affidata in parte agli operai comunali e in parte alla ditta esterna, manutenzioni ordinarie richieste da tempo (canale per lo scolo dell’acqua, sostituzione dei vetri, ampliamenti necessari), sistemazione dei giardini e un contributo economico, per l’anno 2016/2017, pari a 26mila euro, che l’amministrazione ha dato all’Istituto Comprensivo: soldi che la scuola può investire per arricchire l’offerta formativa e per l’acquisto di attrezzature (fotocopiatrici, stampanti, computer ecc). Di questi, 16mila euro derivano dal taglio alle indennità di sindaco e assessori. 

Advertising