[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Formazione: Panariti, positiva alternanza scuola/lavoro in Fvg

da
Advertising


Udine, 24 maggio – “E’ importante e necessario fare il punto sull’alternanza tra scuola e lavoro e confrontare esperienze e progetti diversi. La Regione dimostra, ancora una volta, la capacità di mettere insieme idee ed esperienze professionali per creare azioni di sistema”.

Lo ha affermato l’assessore alla Formazione del Friuli Venezia Giulia, Loredana Panariti in occasione dell’incontro dedicato al progetto Sword, School and Work-Related Dual Learning, finanziato dal programma Erasmus Plus di cui la Regione Fvg è partner. Nel corso dell’evento è stato fatto un confronto fra i diversi contributi sul tema dell’alternanza scuola/lavoro (Asl) e sono stati forniti alcuni dati che mettono ai primi posti della classifica il Friuli Venezia Giulia per numero di scuole e studenti attivi in questi percorsi.

I dati riferiti all’anno scolastico 2015-16 evidenziano che l’87,4 per cento delle scuole statali e paritarie in Italia ha attivato percorsi di alternanza scuola/lavoro e, fra le regioni dove più scuole hanno attivato questi percorsi, il Friuli Venezia Giulia si colloca al quarto posto (93,4%). Terzo posto con il 54,1 per cento per il Fvg, invece, fra le regioni dove più studenti hanno intrapreso l’Asl.

Nel dettaglio, dai dati regionali presentati, emerge che da ottobre 2016 ad oggi, risultano ospitati 65 ragazzi nelle diverse strutture, fra cui la segreteria generale del Consiglio regionale (Biblioteca consiliare), le direzione regionali e l’Agenzia regionale per il diritto agli Studi Superiori, mentre sono state erogate 2600 ore di Asl e stipulate convenzioni con 6 istituti scolastici.

Per quanto concerne, invece, i servizi informativi e formativi regionali per l’anno scolastico 2016-17, nonostante i dati siano parziali perché alcuni servizi sono in fase di erogazione, si registrano 76 iniziative, 737 ore erogate, 1476 utenti coinvolti in diversi percorsi di orientamento educativo in laboratori per la preparazione allo stage e informativi sul mercato del lavoro, oltre a percorsi di formazione per docenti tutor e servizi di assistenza tecnica ai docenti per progettare il percorso di alternanza.

“L’evento odierno, che ha previsto la presentazione di contributi di esperti a livello nazionale, è stato un’occasione per una riflessione sulle esigenze dei sistemi scolastico e formativo di attuare una sempre più spiccata alternanza con il mondo del lavoro che – ha aggiunto Panariti – è uno strumento orientativo e di crescita per i ragazzi. Loro ne hanno consapevolezza tanto che il catalogo dell’Asl Fvg nasce da un’interlocuzione con le consulte provinciali degli studenti”.

Il focus del progetto, com’è stato spiegato nel corso dell’incontro, riguarda un’indagine e una riflessione sui modelli di dual learning e di alternanza scuola lavoro adottati dai singoli paesi partner del progetto e ha lo scopo di delineare un modello ideale per l’attivazione di un sistema duale scuola/lavoro sulla base di un confronto fra Germania, Austria, Polonia, il Friuli Venezia Giulia e le Province di Trento e Bolzano.

Il progetto Sword ha permesso anche di predisporre e sperimentare il Portfoglio Alternanza scuola lavoro, strumento che accompagna gli studenti e i docenti durante l’esperienza di alternanza scuola/lavoro e guida lo studente nell’individuazione delle competenze trasversali, o soft-skills, acquisibili e acquisite relativamente a flessibilità, comunicazione, lavoro di squadra, gestione del conflitto, leadership, talento organizzativo e motivazione. ARC/LP/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising