[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Salone Libro: Bolzonello-Torrenti, poesia traina editoria Fvg

da
Advertising


+30% libri venduti nello stand regionale rispetto 2016



Torino, 24 maggio – Trenta per cento in più di libri venduti nello stand Fvg rispetto al 2016, tanto materiale promozionale distribuito, molto seguito sui social e una possibilità, sempre più concreta, di rappresentare la regione ospite dell’evento in programma nel 2018.

Sono questi in sintesi gli elementi che hanno caratterizzato la partecipazione del Friuli Venezia Giulia alla 30. edizione del Salone del Libro di Torino, una delle rassegne più importanti in Europa del settore.

La Regione era presente al Lingotto con uno spazio espositivo di dimensioni raddoppiate rispetto al 2016, frutto della collaborazione messa in campo dal vicepresidente Sergio Bolzonello e dall’assessore alla Cultura, Gianni Torrenti, insieme a PromoturismoFvg. Una scelta che, come hanno commentato con soddisfazione i due rappresentati dell’Esecutivo regionale, ha pagato sia in termini di visibilità che di contatti e presenza di pubblico nello stand in occasione dei circa trenta incontri in programma. Secondo le cifre fornite dagli organizzatori della Fiera torinese, gli ingressi complessivi al Salone nell’arco delle cinque giornate della manifestazione sono stati più di 165mila, di cui 140mila al Salone in fiera e oltre 25mila alle varie iniziative svoltesi in città. Positivo anche il riscontro degli editori presenti che hanno visto crescere le vendite rispetto al 2016. CRESCE VENDITA LIBRI – Lo stand del Friuli Venezia Giulia ha visto protagoniste una ventina tra associazioni ed enti culturali della regione che hanno promosso singolarmente un appuntamento per divulgare la propria attività. Presenti inoltre anche 37 case editrici locali, ognuna delle quali ha proposto alcuni titoli del proprio catalogo.

In tema di libri, lo spazio espositivo regionale ha ospitato anche la Libreria della Poesia, unico settore specifico dedicato a questo filone letterario all’interno della fiera, frutto di una partnership che il Salone del Libro ha voluto affidare a Pordenonelegge.

A consuntivo, al termine dei cinque giorni del Salone, i testi sulla poesia venduti dalle Librerie Coop nello spazio del Friuli Venezia Giulia hanno avuto un incremento del 30 per cento rispetto allo scorso anno. Il grande interesse per questa sezione molto particolare e la presenza nello stand dei più importanti protagonisti della scena poetica nazionale ha fatto da traino anche per le case editrici del Friuli Venezia Giulia. ANTEPRIME ASSOLUTE – La Regione, attraverso l’Ente regionale per il patrimonio culturale (Erpac) ha presentato in anteprima, proprio in occasione della Fiera, tre lavori freschi di stampa. Il primo, in duplice veste cartacea ed ebook dal titolo I Leoni del Tempo era dedicato ai più piccoli; con le archeostorie di Ruggero, Leo ed Eleonora, si è cercato attraverso il fumetto, di proporre la scoperta del grande patrimonio regionale.

Protagonisti dell’incontro sono stati anche i bambini del circolo Le Muse di Torino i quali, con l’uso del tablet, hanno potuto sfogliare virtualmente le pagine del racconto. Il lavoro è stato apprezzato dal presidente del Consiglio superiore per i Beni culturali e paesaggistici del Mibact, Giuliano Volpe, il quale ha avuto parole di elogio per l’idea proposta dalla Regione.

Sempre a cura di Erpac anche altre due anteprime portate appositamente al salone. Si tratta de La Verde Bellezza, guida dedicata ai parchi e giardini storici aperti al pubblico in Friuli Venezia Giulia, primo volume di una nuova collana sul patrimonio culturale regionale. Infine il volume Democrazia della Conoscenza dedicato al superamento della concezione proprietaria del bene culturale, a favore di quella popolare e comune che favorisca l’accesso ai dati e alla loro libera circolazione. CULTURA&TURISMO – Come spiegato da Bolzonello e Torrenti durante i loro interventi in Fiera a Torino, il binomio cultura e turismo è un elemento di indiscusso valore per il Friuli Venezia Giulia. Il territorio, infatti, si caratterizza sempre più come terra di importanti festival e manifestazioni di spessore culturale capaci di richiamare grande pubblico anche da fuori regione.

Grazie alla presenza di PromoturismoFvg, nell’arco dei cinque giorni di manifestazione sono stati distribuiti oltre 4 mila depliant per la promozione del territorio. Particolarmente richieste sono state le guide Touring sulla nostra regione, le brochure su dimore e castelli e, infine, le mappe della regione.

Sempre in occasione del Salone di Torino è stato stampato e distribuito per la prima volta Friuli Venezia Giulia Terra di Festival, il calendario che raggruppa tutte le principali iniziative culturali in programma nella nostra regione.

Infine, grazie ai canali social di PromoturismoFvg, oltre al pubblico presente nello stand, gli eventi proposti nello spazio della Regione hanno avuto un buon riscontro di pubblico virtuale attraverso i profili Twitter e Instagram con numerosi retweet e like. Inoltre, tutti gli incontri sono stati ripresi e diffusi attraverso le dirette streaming. VERSO SALONE 2018 – Chiusa questa edizione, ora si pensa già al futuro. ‘Il coordinamento della Regione Friuli Venezia Giulia, PromoturismoFVG e Fondazione Pordenonelegge – ha evidenziato Bolzonello – ha permesso in questi ultimi due anni di raccogliere grandi risultati come promozione integrata del nostro territorio. Un grande sforzo indirizzato al 2018 per rendere possibile, qualora vi fossero le condizioni, il riconoscimento del Friuli Venezia Giulia quale Regione ospite ufficiale del prossimo Salone del Libro’.

‘I numeri e il successo di pubblico senza precedenti di questa edizione del Salone del libro di Torino – ha invece commentato Torrenti – stimolano diverse valutazioni. Innanzitutto, in questi cinque giorni ha vinto l’idea di comunità, di fare esperienza attraverso la cultura, i libri e l’editoria cosiddetta di nicchia, tutt’altro che sopraffatti dalle nuove tecnologie’.

‘Torino – ha sottolineato l’assessore alla Cultura – ha messo al centro il libro come bene comune e il Friuli Venezia Giulia, con uno stand accogliente sia dal punto di vista figurativo sia fisico, ha centrato l’obiettivo raccogliendo tutte le eccellenze culturali della regione, piccoli e grandi soggetti che producono iniziative e aggregano pubblico sotto il comune vessillo della qualità.

‘Mi auguro fortemente – ha concluso Torrenti – che sia proprio la qualità a vincere anche nella disputa con il Salone di Milano, poiché la legge del più forte, così come si è visto per il festival del cinema di Roma che non è riuscito a fagocitare il festival di Venezia, non sempre è premiante in termini di valore. Dal canto nostro, l’obiettivo per le prossime edizioni sarà quello di innalzare ancora di più il livello dell’offerta nei giorni del salone, con eventi e iniziative di cui siamo stati i precursori, anticipando una tendenza fatta propria anche da altri enti’. PRESENZE FVG – Questi gli enti e le associazioni culturali presenti nello stand: Erpac, Fondazione Aquileia, Mittelfest e PromoTurismoFVG, Pordenonelegge, Dedica Festival, Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, Festival vicino/lontano Premio Terzani, èStoria Festival internazionale della storia, Jazz & Wine of peace, Udin&Jazz, Scriptorium Foroiuliense, Civica Biblioteca Guarneriana, CSS Teatro stabile dell’innovazione, Casa del Cinema di Trieste, Civica Accademia d’arte drammatica Nico Pepe, Trieste Contemporanea, Cineteca del Friuli, Albo d’oro Grande Guerra, Filiera del Legno, Pordenone with love.

Queste le case editrici: Accademia S. Marco, Associazione Viva Comix, Battello stampatore, Bianca&Volta edizioni, Bohem Press Italia, Bottega Errante edizioni, Campanotto editore, Comunicarte edizioni, Consorzio culturale del monfalconese, Daniele Marson editore, Deputazione di storia patria per la Venezia Giulia, Editoriale Scienza, Edizioni El, Edizioni Segno, Eut edizioni Università di Trieste, Fondazione Pordenonelegge, Forum editrice universitaria udinese, Gaspari editore, Giavedoni editore, GotoEco editore, Italosvevo, Kappavu, La Cineteca del Friuli, La Mongolfiera libri, Libreria Al Segno editrice, L’orto della cultura, Mimesis, Olimis, Podresca edizioni, Polizzi editore, Safarà editore, Samuele editore, Società di Minerva, Società filologica friulana Ascoli, Vita activa editoria, Zalozba edizioni Mladika, Zaloznistvo trzaskega tiska – Ztt editoriale della stampa triestina. ARC/AL/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising