LIVORNO Primo Piano – Livorno Music Festival

da
Advertising

Livorno –


livorno music festival

VII edizione

Livorno Music Festival

Dal 21 agosto al 7 settembre 18 giorni di eventi in tutta la città

Livorno, 26 maggio 2017 – Alla Fondazione Livorno, l’Associazione Amici della Musica di Livorno è stata presentata, nel corso di una conferenza stampa, la VII Settima Edizione del Livorno Music Festival, realizzato in compartecipazione con il Comune di Livorno e con il contributo di Fondazione Livorno e Regione Toscana.

Un ricco calendario di iniziative che si terranno dal 21 agosto al 7 settembre: 18 giorni di eventi in tutta la città e 14 corsi di perfezionamento.
Palazzo Gherardesca, prestigiosa sede dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Mascagni”, ospiterà 14 Master Classes tenute da concertisti di fama internazionale e docenti di prestigiose università come il Conservatorio Superiore di Parigi, le Hochschule für Musik di Basilea, di Stoccarda e di Mannheim, la Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid, la Scuola Superiore di Musica Katarina Gurska di Madrid, il Conservatorio di Lugano e per la prima volta, due docenti dell’ISSM “P. Mascagni”.

I corsi e i docenti: Grandi Maestri a Livorno
Marco Rizzi, violino  23 – 29 agosto
Anna Serova viola  22 – 28 agosto
Vittorio Ceccanti violoncello  29 agosto – 4 settembre
Enrico Fagone contrabbasso  1 – 6 settembre
Quartetto KLimt musica da camera  22 agosto – 1 settembre
Yan Maresz composizione  28 agosto – 3 settembre
Daniel Rivera pianoforte  22 – 26 agosto
Claudio Martinez Mehner pianoforte  3 – 7 settembre
Manuela Custer canto  27 – 31 agosto
Lorenzo Micheli chitarra  1 – 6 settembre
Davide Formisano flauto  24 – 28 agosto
Giovanni Riccucci clarinetto  29 agosto – 4 settembre
Mario Marzi sassofono  21 – 25 agosto
Paolo Carlini fagotto  29 agosto – 4 settembre

Giovanni Guastini, Angela Panieri, Anna Cognetta, Caterina Barontini, Paola Franconi e Susanna Pagano, sono i bravissimi pianisti (5 su 6 livornesi) che accompagneranno  durante i corsi e nei concerti, gli allievi di tutte le classi.

Tante le opportunità che il Festival offre ai giovani musicisti:
RECITAL ALLA SMF:
Il solista o gruppo cameristico vincitore assoluto della selezione sarà invitato nella Stagione Concertistica 2018 della Scuola di Musica di Fiesole.
SUONA CON I MAESTRI NEL CARTELLONE DEL FESTIVAL 2017:
Gli strumentisti, cantanti e gruppi da camera saranno selezionati tramite video per partecipare insieme ai Maestri al programma concertistico del Festival.
BRANI CON O SENZA L’ELETTRONICA ESEGUITI NEL CONCERTO FINALE DELL’ENSEMBLE IN RESIDENCE:
Gli studenti compositori che lo richiederanno nella domanda d’iscrizione avranno la possibilità di scrivere un brano della durata massima di sette minuti con o senza l’elettronica, per l’ensemble in residence al corso e di ascoltarlo nel concerto finale del Festival.
Strumenti disponibili: Quintetto a fiati (Flauto, Oboe, Clarinetto, Fagotto e Corno).
Il brano può essere scritto per Quintetto a fiati o per qualsiasi combinazione tra gli strumenti disponibili (anche strumento solo) con o senza l’elettronica.
PREMIO MAXWELL DAVIES: PRIMA ASSOLUTA ESEGUITA DA CE E PUBBLICAZIONE DEL BRANO PER SILLABE:
Gli studenti compositori che lo richiederanno nella domanda d’iscrizione avranno la possibilità di partecipare alla selezione per il Premio Peter Maxwell Davies, che prevede la pubblicazione del brano del vincitore per la Casa Editrice Sillabe e l’esecuzione in prima assoluta con ContempoArtEnsemble.
SELEZIONE PER ACCESSO DIRETTO AL CONCORSO DI COMPOSIZIONE VERETTI 2018:
Gli studenti compositori che lo richiederanno nella domanda d’iscrizione avranno la possibilità di partecipare alla selezione per l’accesso diretto alla prova finale del Concorso di Composizione Veretti 2018 della Scuola di Musica di Fiesole.
INOLTRE:
– Possibilità di entrare in prestigiose Università di musica in Europa e Stati Uniti grazie ai rapporti del Festival con alcune delle maggiori istituzioni di questi Paesi;
– Gli studenti più meritevoli avranno a disposizione delle borse di studio offerte da Rotary Club Livorno.
– Gli studenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” potranno accedere alle master classes con una agevolazione sulla quota di frequenza pari al 50% grazie alla convenzione tra gli Amici della Musica e l’Istituto.
– Gli studenti dell’ISIS Niccolini-Palli potranno accedere alle master classes con una agevolazione sulla quota di frequenza pari al 20% grazie alla convenzione tra gli Amici della Musica e l’Istituto.
– Il Festival, tramite speciali convenzioni, ha messo a disposizione degli studenti affittacamere, hotel e ristoranti con prezzi molto ridotti.

I Concerti del Festival saranno presentati alla prossima conferenza stampa.

Molte le collaborazioni: Fondazione Piaggio, Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni”, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Fondazione Teatro Goldoni, Sillabe Editore, ContempoArtEnsemble, ISIS Niccolini-Palli ed il patrocinio di Provincia di Livorno, Fondazione Arte e Cultura, Autorità Portuale e Diocesi di Livorno.
Sponsor: Gianni Cuccuini, Rotary Club Livorno.
Sponsor Tecnico: Hotel Gran Duca di Livorno.

Storia e missione:
L’Associazione “Amici della Musica di Livorno” ha come scopo quello di diffondere e produrre la conoscenza e la pratica dei vari linguaggi e tecniche della musica colta, moderna e contemporanea, in forme altamente qualificate, attraverso la realizzazione di eventi svolti nei luoghi culturalmente più significativi della città di Livorno valorizzandone così anche il suo territorio.
Il Main Event degli Amici della Musica è il Livorno Music Festival, evento annuale della durata di 18 giorni nel periodo di fine estate caratterizzato da una elevata concentrazione di attività concertistiche e formative.
Con l’organizzazione dei corsi di perfezionamento per laureati, diplomandi e giovanissimi talenti, il Festival si rivolge ai giovani con l’obiettivo di riunire musicisti da ogni parte del mondo e farli vivere a stretto contatto con i grandi nomi del panorama musicale internazionale favorendo la promozione di scambi culturali.
Il Festival è una vera occasione di unione: I giovani musicisti, provenienti da tanti Paesi diversi, hanno l’opportunità di incontrarsi, conoscersi, scambiarsi esperienze di studio e di vita, stare a tempo pieno con i Maestri e avere l’opportunità di suonare con loro «una vera e propria bottega della musica dove si scoprono antichi segreti» – sottolinea il direttore artistico Vittorio Ceccanti.
La presenza di importanti artisti che vengono a tenere i corsi della durata di una settimana, e di giovani di altissimo profilo appositamente selezionati, permette di sviluppare un cartellone concertistico di livello internazionale e di avere le due attività (formazione e produzione) strettamente connesse, caratteristica innovativa che lo distingue dai festival tradizionali, allo scopo di valorizzare la cultura musicale creando opportunità per le nuove generazioni.
Il Festival nasce nella Fortezza Vecchia, simbolo della città, e per i primi due anni svolge al suo interno tutte le proprie attività.
In seguito, grazie ad una scelta strategica condivisa con il Comune e la Fondazione Livorno, sono stati individuati e coinvolti i luoghi culturalmente più significativi della città.
Fin dal principio enti, aziende e persone si sono avvicinate con entusiasmo agli “Amici della Musica di Livorno”, aderendo con passione alle iniziative e diventandone partner motivati, sponsor e soci.
Nel corso degli anni, il Festival ha stabilito una fitta rete di collaborazioni con le maggiori Istituzioni pubbliche e private: Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Livorno, Fondazione Livorno, Fondazione Arte e Cultura, Autorità Portuale di Livorno, Diocesi di Livorno, Accademia Navale di Livorno, Fondazione Teatro Goldoni, Fondazione Piaggio, ISSM “P. Mascagni, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, ContempoArtEnsemble, Rotary Club Livorno, Sillabe Editore, ISIS Niccolini-Palli.
Gli artisti che hanno insegnato ai corsi e sono stati presenti ai concerti del Livorno Music Festival dalla prima alla sesta edizione:
Sir Peter Maxwell Davies (Regno Unito), Natalia Gutman (Russia), Ivry Gitlis (Israele), Jeffrey Swann (Stati Uniti), Toby Hoffman (Stati Uniti), Massimo Quarta (Italia), Laurentius Dinca (Germania, primo violino dei Berliner Philarmoniker), Claudio Martinez Mehner (Spagna), Maxence Larrieu (Francia), Roland Christopher Austin (Regno Unito), Dyens (Francia/Algeria), Michele Campanella (Italia), Andrea Lucchesini (Italia), Laura de Fusco (Italia), Teodoro Anzellotti (Germania), Pavel Berman (Russia), Dejan Bogdanovic (Serbia), Pierre-Henri Xuereb (Francia), Raffaele Mallozzi (Italia), il Quartetto Klimt (Italia), Manuela Custer (Italia), Giovanni Riccucci (Italia), Francesco Loi (Italia), Alberto Bocini (Italia), Maurizio Giammarco (Italia), Ares Tavolazzi (Italia), Anton Martynov (Russia), ContempoArtEnsemble, la Baro Drum Orkestar, Wiskey Trail, Roberto Fabbriciani (Italia), Stefano Bollani (Italia).
Continuano a crescere i numeri del Livorno Music Festival.
La passata edizione ha registrato:
– 18 concerti tenuti da 23 importanti artisti e 30 migliori allievi selezionati che si sono svolti nei luoghi culturalmente più significativi della città: Fortezza Vecchia, Grand Hotel Palazzo, Chiesa di San Ferdinando, Museo di Storia Naturale, Acquario, Museo Fattori, Palazzo Gherardesca.
– 12 corsi di perfezionamento hanno visto la partecipazione di oltre 130 studenti provenienti da tutte le regioni italiane e da Paesi europei ed extraeuropei: Stati Uniti, Cina, Giappone, Corea, Canada, Israele, Cile, Brasile, Ucraina, Polonia, Inghilterra, Germania, Francia, Svizzera, Bulgaria, Grecia, Belgio, Irlanda, Spagna, Ungheria, Albania.

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertising