[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Viticoltura: Shaurli, fiera Vini Buttrio capace di innovarsi

da
Advertising


Udine, 25 maggio – “La fiera regionale dei Vini di Buttrio, alla sua 85. edizione, pur essendo la più antica rassegna enoica italiana è stata capace di innovarsi, nel rispetto della tradizione, puntando sui vitigni autoctoni e sulla promozione dell’intero comparto agroalimentare oltre che sulle bellezze della nostra regione”.

Lo ha affermato l’assessore regionale alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli, intervenendo oggi a Udine alla conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2017 della manifestazione in programma a Buttrio dal 9 al 11 giugno a Villa Di Toppo-Florio.

Una fiera in cui Shaurli ha ricordato anche il valore del volontariato, evidenziando come “una delle eccellenze da non dimenticare è rappresentata dalle nostre Pro Loco, dai tanti volontari che ci permettono di organizzare manifestazioni come queste. La ricchezza del volontariato – ha osservato – non è sempre così presente in altre regioni del territorio nazionale come invece lo è nella nostra”.

Fondamentale anche la sinergia fra i privati e le istituzioni coinvolte a sostegno dell’evento che, per Shaurli, “significa credere nei nostri prodotti e quindi nel territorio”.

L’assessore ha sottolineato il successo di una fiera che è stata capace di continue innovazioni “puntando sulla qualità e sui vini autoctoni che rappresentano l’identità del nostro territorio. Accanto alla promozione dei vini – ha specificato – viene valorizzata l’offerta agroalimentare della regione”.

Shaurli ha quindi citato il focus organizzato in collaborazione con l’Ersa sui formaggi caprini, settore di grande rilevanza per la filiera alimentare del Friuli Venezia Giulia.

“L’orgoglio per le nostre produzioni, la capacità di raccontarle e farle conoscere – ha aggiunto Shaurli – passa anche attraverso la storia, l’impegno e la passione di eventi come quello che si terrà a Buttrio”.

Nella tre giorni, come è stato illustrato nel dettaglio dal sindaco di Buttrio, Giorgio Sincerotto, dalla presidente della Pro Loco Buri, Raffaella Canciani, e dal coordinatore regionale delle Città del Vino, Tiziano Venturini, saranno previsti concerti, degustazioni, mercatini, laboratori gastronomici, corsi di cucina, giochi, spettacoli circensi e di burattini, attività sportive, un annullo filatelico.

In calendario anche visite guidate al parco archeobotanico, al museo della Civiltà del Vino e al Lapidarium, mostre ed esposizioni di bonsai ed eventi rivolti alle famiglie con, per i bambini, corsi per piccoli chef, laboratori didattici e animazione. Alle tante attività si aggiunge anche un giro in moto sui colli con sosta presso produttori locali e una pedalata non competitiva aperta a tutti alla scoperta delle colline, dei vigneti e dei casali del territorio.

Non mancherà lo spazio dedicato alla musica, a ingresso gratuito, con prestigiosi artisti di levatura nazionale: Omar Pedrini, Ruggero de I Timidi, al secolo il friulano Andrea Sambucco e, per il gran finale, un’icona della musica leggera italiana quale Bobby Solo.

“Si tratta – ha spiegato la presidente della Pro loco Buri, Canciani, ringraziando gli enti e gli oltre 200 volontari – di un traguardo importante per una fiera che mantiene intatta la sua linea di promozione e sostegno dei vini autoctoni regionali grazie alla collaborazione con Vinibuoni d’Italia. A questi – ha concluso – si affiancheranno l’Enoteca Italia con gli autoctoni della altre regioni e quella dei produttori di Buttrio”.

Per l’edizione 2017 sono oltre 500 le etichette del Friuli Venezia Giulia che proveranno a far parte della selezione proposta durante la manifestazione dai coordinatori di Vinibuoni d’Italia.

La Fiera prevede degustazioni guidate dei vini con 14 appuntamenti e 4 laboratori di cucina accanto ad una ricca enogastronomia caratterizzata da formaggi caprini, piatti tradizionali preparati dallo chef Zago, pane e pizza preparati da Giovanni Gandino con ingredienti a chilometri zero e i dolci realizzati dalla Fondazione italiana Pasticceria Gelateria e Cioccolateria Fvg. ARC/LP/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising