Capannori Raddoppio linea ferroviaria e nuova viabilità: online gli studi sui flussi di traffico

da
Advertising

Capannori –

La grafica

Prosegue il percorso di informazione e di trasparenza dell’amministrazione comunale sul tema del raddoppio della ferrovia Lucca – Firenze e sulla nuova viabilità connessa a questa infrastruttura. Come annunciato ai cittadini dal sindaco Luca Menesini durante la presentazione pubblica dello scorso giovedì, tutta la documentazione è stata pubblicata in un’apposita sezione del sito istituzionale del Comune di Capannori.

Oltre alle slides proiettate e discusse durante l’incontro, è presente anche  tutto il resto del materiale prodotto da Lucense, società incaricata dal Comune dello studio sulle simulazioni sui possibili scenari di mobilità legati ai tre sottopassi ferroviari. Nella pagina, quindi, si trovano la prima e la seconda parte del report tecnico e le  rappresentazioni cartografiche dei flussi di traffico. Vengono mostrati più scenari che prendono in considerazione tutte le proposte pervenute all’amministrazione, sia da parte di consiglieri comunali, sia da parte dei vari comitati costituitosi per tenere alta l’attenzione e contribuire nella riflessione sui sottopassi ferroviari.

Come evidenziato nel corso della presentazione di giovedì scorso, la combinazione di sottopassi che alleggerirà il maggior numero di centri abitati dal traffico e anche in modo più consistente è quella che prevede il sottopasso alla Pieve San Paolo, il sottopasso in via della Madonnina a Santa Margherita e  il sottopasso con la nuova bretellina che collega Tassignano a via Tazio Nuvolari.

La necessità di realizzare i sottopassi è stata data al Comune dal raddoppio della linea ferroviaria. Quest’opera impone la chiusura di tutti i passaggi comunali lungo la tratta, 9 nel territorio capannorese. Per questo l’amministrazione ha chiesto e ottenuto la realizzazione da parte di Rfi di tre sottopassi che consentiranno di rendere più veloci gli attraversamenti delle zone centrali del territorio.

Advertising
Tags: