Firenze Il nuovo incrocio di via Fiorentina

da
Advertising

Un nuovo incrocio regolato da semaforo e un sottopasso a quattro corsie a servizio del raccordo urbano. Si presenterà così l’incrocio tra via Fiorentina, viale Amendola e viale Don Minzoni grazie al progetto che ha in cantiere l’amministrazione comunale. Ulteriore novità sarà la possibilità di svoltare a sinistra per chi proviene da viale Amendola e viale Don Minzoni.

“La viabilità – ha precisato il sindaco Alessandro Ghinelli – è un tema caro al sottoscritto e a questa giunta e oggi siamo a proporre un’infrastruttura importante per via Fiorentina dove, specie nelle ore di punta, si verificano situazioni di difficoltà e incolonnamenti. La soluzione prescelta permette una forte fluidificazione dei flussi di traffico nord-sud e viceversa, privilegia la percorrenza tangenziale ma è anche un’importante risposta alle esigenze degli automobilisti che intendono percorrere via Fiorentina. Evitiamo inoltre di invadere eccessivamente l’area dell’ex campo scuola che è destinato a diventare un parcheggio a sostegno del polo espositivo di Arezzo Fiere e Congressi. Realizzata quest’opera, resterà la chiusura dell’anello tangenziale nel tratto nordorientale: il primo stralcio è già nell’attuale piano triennale dei lavori pubblici”.

“La soluzione della rotatoria – ha sottolineato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – comportava una spesa di un milione e mezzo di euro. L’attuale implica un importo superiore, due milioni e mezzo di euro, ma è decisamente migliorativa e contiamo di finanziarla in parte grazie ai fondi del bando per il recupero delle aree degradate per il quale la situazione dovrebbe sbloccarsi a breve in senso positivo. Per i primi mesi dell’anno prossimo vedremo il cantiere ed entro il 2018 i lavori completati”.

Il progetto prevede inoltre l’allargamento parziale della sede stradale, barriere di sicurezza spartitraffico, un sistema di barriere anti-rumore a protezione delle zone abitate adiacenti, il collegamento dei percorsi ciclo-pedonali già presenti ai margini dello snodo viario.

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising