MODENA – MODENA PARK / 4 – VIETATO IL COMMERCIO ITINERANTE

da

Per motivi di sicurezza, il commercio itinerante non autorizzato sarà vietato su tutto il territorio comunale di Modena dalle ore 7 del 29 giugno fino alle 13 del 2 luglio, in occasione dell’evento Modena Park.

Il divieto è esteso a tutte le aree pubbliche, alle aree private su cui insiste un pubblico passaggio e anche alle aree di natura privata ma comunque aperte ad un pubblico indifferenziato, come cortili, distributori di carburante o parcheggi interni a spazi privati. Per i trasgressori, oltre a una sanzione amministrativa fino a 500 euro, scatterà l’obbligo di cessare immediatamente l’attività e il sequestro delle merci e delle attrezzature finalizzato alla confisca.

La somministrazione di alimenti e bevande e il merchandising su aree interne ed esterne al parco dove si svolgerà il concerto, potranno essere praticati solo dai singoli esercenti individuati e autorizzati da specifica delibera di Giunta, sulle postazioni individuate e assegnate preventivamente.

È quanto prevede l’ordinanza contingibile e urgente firmata mercoledì 21 giugno, dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli. Nei giorni del concerto di Vasco Rossi, il territorio cittadino sarà infatti attraversato da una serie di percorsi pedonali studiati per ottimizzare l’accesso all’area del concerto ed alcune delle vie principali rientreranno tra le direttrici dei flussi di trasferimento del pubblico dai parcheggi al luogo dell’evento e per defluire da parco Ferrari.

Le misure temporanee stabilite dall’ordinanza intendono quindi preservare l’incolumità dei pedoni evitando assembramenti e ulteriori congestioni; la sicurezza e l’ordine pubblico con particolare riferimento al contrasto della diffusione di recipienti in vetro che sarà oggetto anche di altri provvedimenti; l’integrità e il decoro urbano pensando alla quantità di rifiuti generata da tante persone; la fruibilità complessiva del territorio che potrebbe essere ulteriormente ostacolata dalle occupazioni abusive.

Inoltre, l’ordinanza risponde alla necessità di fornire regole commerciali e comportamentali chiare per contrastare possibili azioni prevaricanti e potenzialmente pericolose nella fruizione di spazi che in quei giorni saranno condivisi da un elevatissimo numero di persone.

A controllare il rispetto del divieto sarà la Municipale, soprattutto attraverso gli agenti della Polizia commerciale e nel Nucleo Problematiche del Territorio che potranno effettuare controlli anche in abiti civili nell’area a ridosso del concerto, supportati da Sala operativa e Guardia di Finanza. Inoltre, già dalla settimana precedente l’evento, si svolgeranno controlli mirati sull’autotrasporto diretto in città e sui veicoli commerciali sospetti in sosta nelle aree di maggiore interesse.