Capannori Monte Pisano, 17 attività e servizi in quattro pacchetti turistici per attrarre over 55

da
Advertising

Capannori –

Un momento della conferenza

Visita in un frantoio, ginnastica per risvegliarsi e rinforzare il corpo, laboratorio di intreccio di cesti toscani. Inoltre passeggiate nei centri storici, nei parchi delle ville e in luoghi naturalistici. Sono queste alcune delle 17 attività e servizi inclusi nei quattro pacchetti turistici studiati per attrarre senior, cioè donne e uomini sopra i 55 anni di età, nei periodi di bassa e media stagione nell’area del Monte Pisano, comprendente i comuni di Buti, Calci, Capannori, Lucca, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano. È quanto emerso nel corso della conferenza finale del progetto DiscOver55, che si è svolta stamani (venerdì) nella villa Medicea di Buti. Il progetto è cofinanziato dal programma COSME della Commissione Europea, che vede come capofila Timesis Srl – Montepisano DMC, coordinatore della Rete di Imprese Montepisano in Toscana, e ha tra i partner italiani il Comune di Capannori e Siti (Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione).

I pacchetti turistici sono divisi in quattro tematiche: storia e cultura, natura e aria aperta, musica e danza, laboratori artigianali. Ognuno di essi prevede un soggiorno di 5 giorni e 4 notti da parte di un gruppo di 10-12 persone. Tutti hanno in comune i temi dell’acqua, benessere e il turismo esperienziale. Entro il mese di luglio saranno disponibili per la consultazione online e sui siti dei partner del progetto, a cominciare da quello ufficiale www.discover55.eu. Da settembre, poi, in seguito alla stipula di accordi commerciali, saranno messi sul mercato da tour operator, agenzie di incoming e da organizzazioni per senior. Una brochure racchiuderà tutte le proposte. I pacchetti sono stati messi a punto dopo un lavoro in cui, fra l’altro, sono stati condotti dei test sul campo da parte di potenziali turisti senior, utilizzando una metodologia europea che prevede un approccio partecipativo.

Analoghi pacchetti sono stati realizzati anche nelle altre aree partner del progetto: Vulkanland in Austria, Izola in Slovenia e Lago Saimaa in Finlandia.

Erano presenti in sala per la conferenza amministratori dei Comuni coinvolti, operatori del settore, Camera di Commercio di Pisa, associazione Auser e cittadini provenienti dall’area del Monte Pisano e non solo. L’incontro è iniziato coi saluti del sindaco di Buti, Alessio Lari, e dell’assessore al marketing territoriale del Comune di Capannori, Serena Frediani, che hanno sottolineato l’importanza del progetto ricordando che i 7 enti locali dell’area sono già al lavoro da due anni per la promozione congiunta grazie al tavolo di coordinamento del Monte Pisano, presieduto dal Comune di Capannori.

È intervenuto anche Stefano Romagnoli, dirigente del settore promozione turistica, legislazione turismo e commercio della Regione Toscana, che ha parlato delle tendenze e delle opportunità per il turismo sostenibile e di qualità in Toscana e Monia D’Amico di Timesis Srl – Montepisano DMC, coordinatrice del progetto Discover55, che ha presentato i risultati dei test pilota. Le hanno fatto seguito Carlotta Guaragna di Siti (Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione) che ha approfondito i risultati della missione di valutazione sul Monte Pisano e gli indicatori utilizzati.

Franco Ligori e Giancarlo Della Lunga di Promoturismo hanno raccontato la loro esperienza diretta nel progetto, mentre Raffaella Nocchi di Timesis srl – Montepisano DMC, manager della “Rete Montepisano in Toscana” ha presentato i pacchetti turistici.

L’ultimo intervento è stato curato da Riccardo Marzi del Comune di Capannori, responsabile della comunicazione del progetto DiscOver55, che ha illustrato gli strumenti per una comunicazione efficace della sostenibilità dei territori. 

Advertising
Advertisements
Tags: