MODENA – Alla Manifattura Tabacchi si raccontano i sogni industriosi del '900

da

Il progetto di teatro partecipato di ERT “Un bel dì saremo” continua la sua esplorazione degli spazi della storia industriale di Modena: dopo letture su filobus, atelier, passeggiate, biciclettate e cene spettacolo, il progetto approda in uno dei luoghi identitari della cultura lavorativa modenese: la Manifattura Tabacchi. Dal 24 giugno al  13 luglio è in programma un ciclo di tre letture con musiche dal titolo “ManiFutura, Sogni industriosi del ‘900”. Gli attori del progetto “Un bel dì saremo”racconteranno i mestieri e i lavoratori del secolo scorso, tra aneddoti più o meno verosimili e melodie d’epoca eseguite dal vivo. Testimonianze, narrazioni, divagazioni musicali concorreranno a creare una sorta di piccolo romanzo teatrale su città e lavoratori nel Novecento, con il gusto di mettere in evidenza distanze e analogie tra quei passati e il nostro presente, tra i sogni di progresso di ieri e le incertezze sul futuro di oggi.

Primo appuntamento sabato 24 giugno, Manifattura Tabacchi, via della Manifattura, alle ore 21.30, con “Gioventù esplosiva” (’50-’60): Lino Guanciale e Simone Tangolo, accompagnati dalle musiche eseguite dal Corpo Bandistico “A. Parmiggiani di Solignano” diretto dal M° Luciano Mazzi, racconteranno gli anni ’50 e ’60.
Anni di entusiasmo e di impegno, di ricostruzione e sviluppo delle nostre città, ma anche di fascinazioni per il mondo americano (le sue musiche, i suoi film, le sue icone – da Marlon Brando a James Dean) e di utopici slanci socialisti.
Senza dimenticare, poi, le tensioni e le dure lotte, come accadde a Modena alle Fonderie.

Prossimi apputamenti:
7 luglio: Fumosa frenesia (inizia il ‘900..)
13 luglio:  I ’20 ruggono (i ’30 dolgono)

Cliccare qui per visualizzare il programma completo

Tutte le serate sono a ingresso libero.