[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Imprese: Bolzonello, nuovo regolamento Confidi è più semplice

da
Advertising

Udine, 24 giu – La Giunta regionale, su proposta del
vicepresidente Sergio Bolzonello, ha deliberato la modifica del
regolamento per l’assegnazione delle risorse finanziarie a favore
dei Consorzi di garanzia fidi del Friuli Venezia Giulia.

“E’ una modifica opportuna e necessaria che rende più semplice le
modalità di accesso ai contributi e, al contempo, garantisce la
massima trasparenza ed efficacia”, ha commentato Bolzonello,
evidenziando come il regolamento così novellato sia “il risultato
di un percorso di concertazione con i Confidi regionali allo
scopo di promuovere nuove aggregazioni ed incentivare l’attività
svolta sul territorio in ogni settore dell’economia regionale, a
prescindere dai comparti economici nei quali gli stessi operavano
al momento della loro costituzione”.

I criteri per il riparto delle risorse sono stati ridotti a tre e
semplificati: ammontare delle garanzie in essere, mezzi
patrimoniali destinati al rilascio di garanzie e ammontare degli
apporti dei consorziati/soci.

Il riparto non sarà più effettuato con riferimento alle singole
province ed ai singoli settori di competenza originari dei
Confidi regionali, bensì con riferimento alle garanzie concesse
alle imprese con sede legale o unità operativa nel territorio
regionale.

In particolare, le assegnazioni saranno ripartite tra i Confidi
secondo i seguenti parametri: il 50 per cento dello stanziamento
in proporzione all’ammontare delle garanzie in essere, il 35 per
cento in proporzione ai mezzi patrimoniali destinati al rilascio
di garanzie e il 15 per cento in proporzione agli apporti dei
consorziati/soci.

I dati per l’applicazione dei criteri saranno quelli rilevati
alla data di chiusura dell’esercizio contabile del Confidi
precedente a quello di presentazione della domanda. Saranno
considerati i soli dati riferiti alle operazioni destinate alle
imprese aventi sede legale o unità operativa nel territorio
regionale.

Per incentivare le aggregazioni tra Confidi, il 15 per cento
delle assegnazioni saranno riservate esclusivamente alle domande
presentate dai Confidi aggregatisi nel corso dell’anno precedente
a quello di presentazione della domanda.

Per semplificare e rendere sempre più trasparente il riparto, il
nuovo regolamento prevede, tra l’altro, l’abolizione dell’obbligo
per i beneficiari di sottoporre all’approvazione della Regione le
eventuali modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto. Tutti
i Confidi beneficiari sono sottoposti ai medesimi obblighi nei
confronti della Regione.

“Questo importante rinnovamento si inserisce nel contesto di un
forte impegno della Regione a sostegno dei Confidi”, ha rimarcato
Bolzonello, sottolineando come “nel quadriennio 2013-16 siano
state liquidate ai Confidi regionali risorse per 25,8 milioni di
euro complessivi. Una cifra che dà conto concretamente della
dimensione dell’impegno che la Regione ha profuso nei confronti
del tessuto imprenditoriale regionale”.

Sono otto i Confidi che hanno sedi operative in Friuli Venezia
Giulia, di cui cinque riuniti in una rete d’imprese. Una
fotografia che rispecchia un sistema regionale equilibrato,
soprattutto se confrontato alla forte frammentazione che
contraddistingue altre regioni.
ARC/SSA/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising
Advertisements