MODENA – SICUREZZA A MODENA PARK, CONFRONTO OK CON SINDACATI

da
Advertising

Il tema della sicurezza al concerto di Vasco Rossi, negli aspetti di safety e security, è stato costantemente al centro dell’attenzione dell’amministrazione. Se ne è discusso a più riprese anche in sede di confronto sindacale, dove il Comandante della Municipale ha illustrato le misure per la formazione in materia di antiterrorismo e per le dotazioni rinnovate di giubbotti antiproiettile e caschi, mentre l’amministrazione ha confermato l’impegno a garantire a tutto il personale il pieno rispetto delle previsioni di legge e contrattuali.

Lo ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli rispondendo all’interrogazione del M5s illustrata da Mario Bussetti che, facendo riferimento allo stato di agitazione di Polizia municipale e settori coinvolti nell’organizzazione di Modena Park, preannunciato da Uil-Fpl, ha chiesto quali le criticità evidenziate dai rappresentati sindacali relative al concerto e se è vero che il 7 giugno sia pervenuta al sindaco richiesta di un incontro urgente non ancora convocato.

Muzzarelli ha spiegato che durante il confronto con le cinque sigle sindacali, “che non si è mai interrotto e per questo non si è ravvisata la necessità di convocare un incontro urgente richiesto da una sola sigla”, è stato garantito che per il personale impegnato “saranno attivate tutte le opportunità economiche previste dal contratto di lavoro e dalle normative: dal pagamento degli straordinari all’indennità di turno, dagli incentivi per il lavoro serale e notturno fino alla richiesta al Questore per il riconoscimento alla Polizia municipale dell’indennità di ordine pubblico. Utilizzando l’opportunità offerta dalla legge 449 ci si è presi l’impegno di riconoscere, a beneficio dei lavoratori, il 50 per cento dell’eventuale risparmio che si potrà realizzare sulla cifra del rimborso.

Le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative dei dipendenti comunali e personale Pm in particolare, cioè Fp/Cgil, Cisl/Fp, Csa e Sulpl, hanno riconosciuto che “sono state accolte diverse delle sollecitazioni organizzative proposte da Rsu e sindacati… a cominciare dall’attenzione alla sicurezza sul lavoro” e hanno convenuto di proseguire gli incontri per definire un verbale d’intesa, sostenendo come sia “indispensabile proseguire il confronto al fine di poter condividere con l’amministrazione tutte le misure necessarie per fare in modo che questo importante evento riesca al meglio, in un clima il più disteso e sereno possibile, prestando allo stesso tempo la massima attenzione agli aspetti che interesseranno i lavoratori”.

“Infondata dunque l’accusa di Uil-Fp di avere ignorato o minimizzato la questione”, ha evidenziato il sindaco e per quanto riguarda altri due aspetti sollevati dall’interrogazione – lo spegnimento del sistema di videosorveglianza interno al Comando risalente al 2014 e l’impegno a raggiungere lo standard ottimale in merito al numero di operatori di Pm – ha precisato come mentre sul primo episodio, legato al danneggiamento di un alimentatore del sistema, le indagini siano di competenza dell’autorità giudiziaria, l’organico previsto dagli accordi con la Regione di 220 unità è stato raggiunto e tutti i posti coperti. “Ulteriori aumenti di personale – ha spiegato – dovrebbero misurarsi con vincoli normativi e finanziari difficilmente superabili se non a scapito di altri servizi e uffici dell’ente. La proclamazione dello stato di agitazione da parte della Uil-Fpl risulta dunque infondata sul piano del metodo e malamente motivata nel merito, laddove si sollevano temi che travalicano l’appuntamento del 1 luglio e si forniscono informazioni distorte in cui si lascia intendere una perdita di retribuzione a carico della Pm, quando invece i dati di bilancio certificano che tali retribuzioni integrative sono passate complessivamente da 544 mila euro nel 2014 a 630 mila nel 2017.

“Appare evidente – ha concluso il sindaco – che Uil-Fp ha cercato di cogliere l’occasione del concerto per promuovere la propria visibilità. Abbiamo fiducia che il personale dell’ente e della Pm non condividerà queste posizioni e che ancora una volta darà prova di professionalità e disponibilità contribuendo a fare del concerto un evento indimenticabile”.

Nella replica il consigliere Bussetti ha preso atto della posizione espressa, “molto diversa da quella riportata nella comunicazione sindacale”, unendosi all’auspicio che “prevalga il senso di responsabilità e che in occasione dell’evento dell’1 luglio tutto vada per il meglio”.

Advertising