LIVORNO Primo Piano – Mobilit volontaria da altri enti: il Comune cerca 19 dipendenti

da
Advertising

Livorno –


moblit

Domande entro marted 25 luglio

Mobilit volontaria da altri enti: il Comune cerca 19 dipendenti

Si tratta di 13 insegnanti per la scuola materna, 4 amministrativi, 1 tecnico della mobilità e un tecnico 

Livorno 28 giugno 2017 – E’ stato pubblicato il 26 giugno all’albo pretorio l’avviso di selezione per mobilità esterna volontaria, con cui il Comune intende ricoprire 19 posti vacanti in dotazione organica. La mobilità esterna è  una modalità  di assunzione che consente anche di ridistribuire il personale pubblico già in servizio a livello nazionale, oltre ad essere un’azione preliminare (richiesta dalla legge) da attivare sempre prima di poter bandire un qualunque concorso pubblico o scorrere una graduatoria di concorso vigente.

 
Il primo requisito che chi intende partecipare al bando deve possedere è infatti quello di essere già dipendente a tempo indeterminato di un altro ente pubblico, di essere inquadrato in uno dei profili professionali e categorie giuridiche richiesti e di possedere il nulla osta preventivo dall’ente di provenienza.

 
Differenti invece i titoli specifici richiesti:

 
    per i 4 posti da amministrativi (cat. D1), la laurea (vecchio ordinamento) in Giurisprudenza, Economia e commercio Scienze politiche o equiparate. Oppure laurea specialistica o magistrale equiparate;
    per il posto di esperto in mobilità (cat. D3), la laurea in Ingegneria civile ed equipollenti o lauree specialistiche o magistrali equiparate
    per i 13 posti di insegnante (cat. C1), l’abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia, o in alternativa la laurea in scienze della formazione primaria a ciclo unico quinquennale o a indirizzo per l’insegnamento nella scuola materna. Oppure ancora diploma di scuola magistrale o diploma di istituto magistrale o diploma socio-psico-pedagogico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002. In alternativa il diploma di maturità magistrale conseguito dopo l’anno scolastico 2001-2002, unitamente a specifico titolo professionale di abilitazione all’insegnamento nella scuola materna conseguito a seguito di apposito concorso o corso abilitante;
    per il posto di tecnico (cat. B1), possesso di scuola dell’obbligo o licenza elementare conseguita entro il 1962.

 
Le domande dovranno pervenire entro martedì 25 Luglio, redatte in carta semplice e secondo lo schema allegato al bando. E potranno essere inviate in una delle seguenti modalità:

    con raccomandata a/r indirizzata a “Comune di Livorno – Ufficio

Programmazione e Sviluppo del Personale – Concorsi, piazza del Municipio n. 1 57123

– Livorno”;

    con consegna diretta all’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) dell’Ente presso il

Palazzo Comunale Piano Terreno, Piazza del Municipio 1 – Livorno nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13; martedì e giovedì dalle ore 15,30 alle ore

17,30;

    tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) – intestata al candidato – al seguente

indirizzo del Comune di Livorno: comune.livorno@postacert.toscana.it .

 
In ogni caso dovranno essere allegate al modulo di domanda, debitamente compilato e sottoscritto dal candidato, (con firma digitale in caso di PEC), la copia di un documento valido di riconoscimento e del curriculum vitae.

 
Sulla busta o nell’oggetto della PEC dovrà essere riportata la dicitura “AVVISO DI MOBILITA’ VOLONTARIA”.

Le domande di mobilità eventualmente già presentate in passato al Comune di Livorno non saranno prese in considerazione.

 
Tutte le istanze ritenute ammissibili dall’Ufficio Personale, saranno vagliate da apposite Commissioni di esperti che valuteranno i curricula e decideranno se effettuare gli eventuali colloqui di approfondimento. Tutte le comunicazioni della procedura selettiva saranno rese note su questa pagina

Per individuare i candidati vincitori sarà tenuto conto di alcuni aspetti:

    formazione culturale, preparazione ed esperienza professionale specifiche maturate in relazione alle qualifiche da ricoprire;
    possesso di titoli professionali, abilitativi, specializzazioni inerenti le qualifiche da

ricoprire, che consentano in particolare il pieno svolgimento delle funzioni richieste

dall’Amministrazione alle figure di cui trattasi;

    possibilità di inserimento e adattabilità al contesto lavorativo;
    aspetto motivazionale al trasferimento;
    esiti dell’eventuale colloquio sostenuto.

L’avviso e i modelli di domanda sono scaricabili da questo link

 

Advertising
Advertisements