MODENA – MODENA PARK, PRIMA RIUNIONE DEL COC ALLA FRATELLANZA

da
Advertising

Si è riunito alle 10 di mercoledì 28 giugno per la prima volta nella sede operativa allestita presso il campo di atletica della Fratellanza, dove rimarrà operativo fino a domenica 2 luglio, il Coc, Centro operativo comunale, presieduto dal sindaco, in cui si confrontano le varie competenze che a livello comunale si occupano degli aspetti di impatto cittadino dell’evento Modena Park. Accanto al Gos, il Gruppo operativo sicurezza presieduto dalla Questura che si occupa più propriamente degli aspetti relativi alle questioni di sicurezza, il Coc costituisce il cuore strategico di tutti gli interventi programmati.

Oltre ai settori comunali a vario titolo e su aspetti diversi coinvolti nella manifestazione – dalla Direzione generale alla Municipale, dalla Mobilità ai Lavori Pubblici, dal Welfare alle Attività economiche e Promozione della città, alla Comunicazione – hanno partecipato la Protezione Civile, le aziende Sanitaria e Ospedaliera Universitaria, i Vigili del Fuoco e le Ferrovie dello Stato.

Nella riunione si è fatto il punto sui provvedimenti presi in ambito sanitario e assistenziale, inerenti la viabilità, il commercio, l’assistenza sanitaria e sociale. Sono stati inoltre approfonditi temi specifici, quali il Centro storico, dove il presidio sarà esteso a tutta l’area, e in particolare nelle due piazze in cui saranno collocati i maxischermo, con modalità analoghe a quelle adottate in occasione della Notte Bianca, e i percorsi di emergenza. Questi ultimi saranno allestiti dalle 19 di venerdì 30 giugno e consentiranno il transito in sicurezza dei mezzi di soccorso dall’area concerto al Policlinico e all’ospedale di Baggiovara, il collegamento tra i due poli ospedalieri e, più in generale, una veloce via di accesso per intervenire efficacemente sull’intero territorio comunale. I percorsi, che richiederanno la chiusura totale o parziale (solo parte della carreggiata stradale) di alcune vie, saranno delimitati con transenne e in alcuni casi nastro bianco e rosso, e verranno presidiati, in particolare alle intersezioni, in modo dinamico da Polizia municipale e Protezione civile.

Altro approfondimento ha riguardato l’area della Stazione ferroviaria in cui è previsto che lo smistamento delle persone in fase di deflusso avvenga già su viale Monte Kosica, oltre che in piazzale Dante; inoltre, Rfi ha annunciato un potenziamento dei treni disponibili nella notte per rispondere alla previsione che stima in 20mila le persone che opteranno per questo mezzo di trasporto.

Advertising