[REGIONE PIEMONTE] Online il portale Piemonte Giovani

da
Advertising

Un portale con contenuti innovativi, nuovo nel linguaggio e nella tecnologia: è stato presentato oggi, in piazza Castello a Torino, il sito Piemonte Giovani, il portale dedicato ai ragazzi e alle ragazze piemontesi d’età compresa tra i 15 e i 34 anni, realizzato da Regione Piemonte in collaborazione con il Dipartimento Culture, Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino.

“Si tratta di una giornata importante per le politiche giovanili – ha sottolineato l’assessora regionale Monica Cerutti –. Il portale Piemonte Giovani rappresenta infatti un primo passo per raggiungere il mondo giovanile, e poter costruire politiche in favore dei giovani a partire da nuove risorse e idee innovative. Un punto di partenza per un percorso che andrà a coinvolgere tutte le amministrazioni locali, nella convinzione che investire sui giovani significa investire sul futuro”.

Il sito nasce per essere uno strumento di supporto agli operatori che erogano servizi informativi sul territorio dedicati agli under 35. In particolare, sono 38 i Comuni e le realtà istituzionali che, ad oggi, hanno aderito al progetto Piemonte Giovani. Una rete destinata a crescere, che alimenterà il portale con contenuti informativi coordinati a livello regionale.

A disposizione dei propri utenti, Piemonte Giovani offre circa 200 schede informative, suddivise in sette aree tematiche: Studio e formazione, Lavoro, Cultura e Creatività, Viaggi e mobilità, Vita sociale, Sport, Salute e Benessere. Correlati alle schede informative anche una serie di dati e riferimenti sul territorio, geolocalizzati grazie a mappe open source. Il sito, inoltre, è realizzato in modalità responsive (si adatta cioè ai supporti di visualizzazione); è aperto alla condivisione sui canali social e offre l’opportunità di creare, all’interno del portale, un’area personale per ciascun utente.

“Per il lancio del portale – ha spiegato l’assessora Cerutti – abbiamo pensato a una serie di iniziative sul territorio, che si terranno nel prossimo weekend e nei primi giorni di luglio. Le istituzioni devono essere sempre più vicine alla società civile e lo possono fare incentivando la partecipazione dei ragazzi e delle ragazze alla vita della comunità. Le politiche giovanili non sono solo uno strumento utile all’inserimento nel mondo del lavoro, ma debbono essere un punto di riferimento per maturare un’esperienza individuale di cittadinanza”.

www.piemontegiovani.it

Author Matteo Vabanesi Questo indirizzo email è protetto dagli . È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA

Advertising