LIVORNO Primo Piano – Realizzazione e gestione del nuovo sistema di sosta a pagamento

da
Advertising

Livorno –


L'assessore alla mobilit

Progetto approvato in via definitiva dalla Giunta

Realizzazione e gestione del nuovo sistema di sosta a pagamento

La dichiarazione dell’assessore Vece

 Livorno 30 giugno 2017 – Approvato in via definitiva il progetto che attua il piano della sosta della città di Livorno. L’aggiudicatario del bando procederà alla realizzazione, nelle attuali Ztl e ZSC, di 11.500 stalli di sosta a pagamento (escluso residenti abilitati), oltre a 4.927 stalli motocicli, 113 aree di carico e scarico e 436 stalli riservati a portatori di handicap.

Questo permetterà di razionalizzare e ordinare tutta la sosta nel centro città e ogni tipologia di veicolo avrà propri spazi riservati di sosta in carreggiata. Gli interventi comportano un investimento pari ad € 1.308.371,45  e un costo di gestione di € 813.442,00, principalmente dovuti a costi del personale (pari ad € 496.598,00) in quanto è prevista l’assunzione di almeno ulteriori 8 ausiliari della sosta, grazie ai quali i controlli saranno pressoché continui e saranno liberate risorse delle polizia municipale da dedicare ad altre attività.

In questo modo l’amministrazione punta ad azzerare la sosta abusiva, aumentando la disponibilità di posti per chi ne ha diritto, a partire dai residenti dai quali sono pervenute numerose richieste in tal senso.

 

Secondo l’assessore alla Mobilità, Giuseppe Vece, “Entro la fine dell’anno si passerà così da una situazione di disordine e incertezza a una situazione di ordine e controllo. Dopo la nuova rete del trasporto pubblico locale che ha portato a Livorno l’introduzione di due linee ad alta Mobilità, l’avvio di questo progetto che riguarda tutto il centro città, dopo i risultati positivi di Via Roma, Via delle Grazie, Piazza Mazzini, ai quali tra poco si aggiungerà Via Solferino, rappresenta la seconda grossa novità sulla mobilità a Livorno, attraverso la quale puntiamo a razionalizzare la sosta aumentando la sicurezza di tutti gli utenti della strada a partire dai pedoni”.

 

“Il percorso è durato un anno – conclude l’assessore – e ha subito qualche rallentamento, ma adesso nel giro di qualche mese possiamo decisamente trasformare il progetto in realtà”.

Advertising