LIVORNO Primo Piano – Torna “Sguardi in Fortezza”

da
Advertising

Livorno –


volfango de biasi

Lunedì 3 luglio (ore 21.30)

Torna “Sguardi in Fortezza”

Primo appuntamento con Volfango De Biasi, regista del docu-film “Crazy for football”Seconda edizione della rassegna cinematografica con nove proiezioni in programma ogni lunedì sera 

Livorno, 30 giugno 2017 – Dopo il successo della prima edizione torna in Fortezza Vecchia la rassegna cinematografica “Sguardi in Fortezza” ideata dall’associazione culturale Nido del Cuculo, in collaborazione con il Circolo del cinema Kinoglaz, Autorità Portuale, Menicagli Pianoforti, Fortezza Bar e con il patrocinio del Comune di Livorno.

Nove le proiezioni in programma, un calendario ricco e per tutti i gusti che avrà come appuntamento fisso ogni lunedì sera nei mesi di luglio e agosto.
Una scelta, quella intrapresa dagli organizzatori, che dunque darà a tutti gli appassionati di cinema e non, la possibilità di apprezzare una selezione di visioni alternative ma di sicuro interesse, in alcuni casi anche in presenza del regista della pellicola protagonista della serata. Gustando al contempo, del colpo d’occhio e del panorama vista mare offerti dalla Fortezza Vecchia.

Il tutto confermando la formula che tanto successo ha riscontrato nella prima edizione di “Sguardi in Fortezza”, infatti, all’allettante prezzo di 5 euro i visitatori potranno usufruire anche di una consumazione al bar.

Si comincia lunedì 3 luglio con la proiezione, alla presenza del regista Volfango De Biasi, del docu-film “Crazy for football”, pellicola che ha vinto il David di Donatello 2016 nella categoria Miglior Documentario.
Il film, racconta la storia della prima nazionale italiana di calcio che concorre ai mondiali per pazienti psichiatrici a Osaka. Un gruppo di ragazzi che arrivano dai dipartimenti di salute mentale di tutta Italia, uno psichiatra, Santo Rullo, come direttore sportivo, un ex giocatore di serie A di calcio a 5 per allenatore, Enrico Zanchini, e un campione del mondo di pugilato, Vincenzo Cantatore, a fare da preparatore atletico. Sono questi i protagonisti di “Crazy for Football”, un viaggio dall’Italia al Giappone che inizia con le prove di selezione per definire la rosa dei 12 che poi parteciperanno al ritiro, approdando finalmente al torneo più ambito, i campionati mondiali.

Lunedì 10 luglio, invece, la rassegna cinematografica proseguirà con la proiezioni di “Angelo Froglia. L’inganno dell’arte” alla presenza del regista Tommaso Magnano. Ricordato dai più come un portuale con l’hobby della pittura, un dilettante, un tossico, uno sbandato, Angelo Froglia trascorre un’esistenza spregiudicata, maledetta, sempre nell’ombra, tra laboratori d’arte, lotte politiche, carceri di massima sicurezza, droghe e grandi amori: un vortice di distruzione che coinvolge chiunque gli si avvicini. Muore nel gennaio del 1997, lasciando una grande produzione non solo pittorica. Un autore radicale che esprime l’apice del suo pensiero con l’operazione Modì, svelando il labile confine che separa il falso dall’autentico, riproponendo la delicatissima questione della riproducibilità di certe opere d’arte, e sottolineando il ruolo cruciale, pervasivo che i media ricoprono nella nostra cultura e nel nostro modo di intendere la realtà. Una storia misconosciuta, che cerca di rendere giustizia a una figura profonda, complessa e ancora controversa. Un urlo di libertà, violento, provocatorio, intransigente, lanciato da un angolo della provincia italiana e rivolto al mondo intero.
La proiezione sarà accompagnata da un’esposizione delle opere di Angelo Froglia a cura di Massimo Filippelli.

A seguire “Sguardi in Fortezza” offrirà al pubblico altre sette pellicole sino alla fine di agosto, portando dunque a compimento una seconda edizione caratterizzata da un calendario di proiezioni vario e con un’impronta non soltanto italiana ma anche di respiro internazionale.

Questo il calendario completo:
 
3 luglio “Crazy for football” di Volfango De Biasi
10 luglio “Angelo Froglia. L’inganno dell’arte” di Tommaso Magnano
17 luglio “La notte che mia madre ammazzò mio padre” di Inès Paris
24 luglio “Orecchie” di Alessandro Aronadio
31 luglio “Life, animated” di Roger Ross Williams
7 agosto “Mexico! Un cinema alla riscossa” di Michele Rho
14 agosto “Elvis&Nixon” di Liza Johnson
21 agosto “Indivisibili” di Edoardo De Angelis
28 agosto “Fiore” di Claudio Genovesi.

Info: 328.73.07.445

 

Advertising