[REGIONE PIEMONTE] Il Piemonte continua a chiedere verità per Giulio Regeni

da

La Regione Piemonte continua a chiedere verità per Giulio Regeni: il 4 luglio è ricollocato sulla facciata del palazzo della Giunta regionale, in piazza Castello a Torino, lo striscione presente dall’aprile 2016 al maggio scorso e poi danneggiato dal maltempo, mentre un nuovo striscione è stato srotolato dal balcone di Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale.

“Abbiamo ricollocato il nostro striscione – ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, nel corso di una conferenza stampa con il presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus – perché è necessaria una scossa dell’opinione pubblica che faccia capire che l’Italia vuole squarciare il velo di buio che avvolge questa vicenda”.

Le due iniziative rientrano nell’ambito della “Settimana per Giulio Regeni”, alla quale il Consiglio regionale ha aderito all’unanimità il 27 giugno, promossa da Amnesty International per non far cadere nell’oblio il ricordo del ricercatore torturato e ucciso al Cairo nel 2016.

Author Gianni Gennaro Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA