[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Disabilità: Serracchiani, Legotecnica è inclusione di successo

da
Advertising

Pasian di Prato, 11 lug – “Sono contenta di essere in una
realtà inclusiva e di successo che è espressione di una
bellissima esperienza per tanti ragazzi e ragazze che
quotidianamente possono mostrare quanto sono abili nel proprio
lavoro”.

Con queste parole la presidente della Regione, Debora
Serracchiani, ha portato il suo saluto alla Legotecnica di
Colloredo di Pasian di Prato, cooperativa sociale attiva da 37
anni nel settore della legatoria industriale e nata con l’intento
di dare un’occupazione lavorativa stabile a persone con
disabilità.

L’azienda ha inaugurato oggi tre nuovi macchinari per la
piegatura dei fogli stampati e la brossura dei libri, tra cui un
modello unico in regione per l’impiego della colla poliuretanica.
I nuovi impianti sono stati acquistati con il contributo della
Regione e della Fondazione Friuli, per un totale di 50mila euro
su un investimento di circa 110mila euro.

Serracchiani ha ribadito come la Regione guardi a “realtà
cooperative che si consolidano e continuano a dare lavoro” come a
“fattori importanti della comunità”. Per questo la Regione, ha
ricordato ancora la presidente, è impegnata nella revisione della
legge regionale 20/2006 sulla cooperazione sociale “per rendere
più semplici le modalità di presentazione delle domande, che si
potranno fare anche online, e semplificare tutto l’iter
procedurale compresa la rendicontazione delle spese, oggi
particolarmente complessa”.

Di una “bella storia di impresa che pone al centro non solo lo
sviluppo economico e del territorio, ma soprattutto
l’integrazione sociale” ha parlato il presidente della Fondazione
Friuli, Giuseppe Morandini, cui ha fatto eco il sindaco di Pasian
di Prato, Andrea Pozzo, per il quale Legotecnica “è un’azienda
che fa bene alla comunità”.

Attualmente, come ha spiegato il neo presidente della
cooperativa, Nicola Valent, la Legotecnica impiega una quarantina
di ragazzi disabili, tutti provenienti da Tavagnacco e Pasian di
Prato, in convenzione con l’Azienda sanitaria.

L’impresa ha in programma il rafforzamento del nuovo ramo
d’azienda dedicato all’assemblaggio, che occupa già otto persone
disabili, e l’ampliamento dello stabilimento con l’acquisizione
di un capannone adiacente all’attuale sede operativa.

legotecnica, inoltre, è impegnata nel progetto So.la.re
(solidarietà, lavoro e recupero) che propone a persone con
svantaggi psico-fisici dei percorsi mirati in ambiente lavorativo
reale e l’inserimento in un centro di accoglienza diurno.
ARC/SSA/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising