Firenze Recupero immobile ex Telecom via Masaccio, la commissione urbanistica approva lo schema di convenzione

da
Advertising

La commissione urbanistica ha approvato questa mattina lo schema di convenzione per il recupero del palazzo ex Telecom di via Masaccio.

“Si tratta di un intervento importante su un immobile che per anni è rimasto in uno stato di abbandono e che così potrà essere recuperato e riqualificato con nuove funzioni – ha commentato il presidente della commissione urbanistica Leonardo Bieber –. Siamo particolarmente soddisfatti anche perché, grazie agli oneri di compensazione, sarà possibile effettuare alcuni interventi attesi come il restauro dell’arco dei Lorena in piazza della Libertà – che speriamo possa così contribuire a far ritrovare una sua identità alla piazza stessa che oggi è di fatto solo un crocevia del traffico – e ancor di più il Parterre, che presenta oramai da tempo alcune zone di degrado urbano che devono esser rimosse quanto prima. Importante anche l’impegno sul rifacimento di strade e marciapiedi, che mi auguro contribuiscano a rimuovere le eventuali barriere architettoniche ancora presenti”, ha concluso il presidente Bieber. 

Il complesso immobiliare ex Telecom Masaccio si compone di due edifici tra via Masaccio e via Fattori su una superficie di oltre 15mila metri quadrati, realizzato nei primi anni ’60 e utilizzato da Telecom fino alla dismissione degli anni ’90. L’immagine architettonica degli immobili si deve all’architetto Giovanni Michelucci, e sarà conservata nell’intervento di recupero.

L’intervento prevede la realizzazione di un mix di destinazioni d’uso: residenziale comprensiva degli esercizi commerciali di vicinato 45%, commerciale relativa alle medie strutture di vendita 15%, turistico-ricettiva 25% e direzionale comprensiva delle attività private di servizio 15 per cento.

La possibilità di realizzare l’intervento è subordinata alla compensazione degli oneri per un totale di oltre 1,2 milioni di euro. L’importo andrà a finanziare una serie di interventi per la riqualificazione dell’area: realizzazione di fibra ottica in via Masaccio (79 mila euro); restauro dell’arco dei Lorena in piazza della Libertà (350mila euro); rifacimento delle aree esterne del complesso immobiliare Parterre (pavimentazione, sottoservizi, realizzazione vasca, sedute, aiuole a verde, illuminazione e piccole alberature; restauro muretti, recinzioni e cancelli per un importo 566mila euro); opere di manutenzione stradale per un totale di 247mila euro. La delibera che contiene lo schema di convenzione, dopo l’approvazione di questa mattina in commissione dovrà poi passare all’esame del Consiglio comunale. (fdr)

Fonte: Comune di Firenze

Advertising