[REGIONE PIEMONTE] In scena lo spettacolo "Una foresta che cresce"

da

Uno spettacolo teatrale per parlare di migranti e di giovani di seconda generazione. Le assessore regionali alle Cultura, Antonella Parigi, e all’Immigrazione, Monica Cerutti, hanno presentato a Palazzo Lascaris “La foresta che cresce”, l’unico progetto in Piemonte nel settore teatro selezionato e finanziato dal bando MigrArti, l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MiBACT).

“Si tratta di un progetto di sistema – ha dichiarato l’assessora Parigi – su temi che intendiamo promuovere anche grazie alle risorse della drammaturgia contemporanea. Un passo concreto per porre un’attenzione sempre maggiore sulla diversità e sulla complessità della nostra società, non trascurandone i problemi, ma mettendo in evidenza anche le molte opportunità”.

“L’ambito culturale – ha ribadito l’assessora Cerutti – è fondamentale: possiamo costruire bellissimi progetti, ma senza cultura hanno tutti scarse possibilità di successo. Per questo motivo, l’intenzione è quello di continuare a costruire progetti comuni basati sull’interculturalità, cercando, come nel caso de “La foresta che cresce” di coinvolgere come protagonisti migranti e richiedenti asilo”.

Lo spettacolo è stato realizzato dalle compagnie teatrali Tedacà, Acti e Almateatro, in collaborazione con Isola di Ariel, LVIA, Arte Migrante ed Equilibri d’Oriente. Le tre compagnie hanno condotto insieme, a Torino, nei quartieri di San Salvario, Porta Palazzo e San Donato, una serie di laboratori teatrali, che hanno visto la partecipazione di oltre 40 giovani tra cittadini italiani, immigrati di seconda generazione e migranti del C.A.R.A. (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) gestito dalla Cooperativa L’Isola di Ariel. Sulla base di quanto raccolto, è stato poi costruito il testo dello spettacolo teatrale.

“La foresta che cresce”va in scena sabato 15 luglio, alle 21.30, all’interno della manifestazione Evergreen Fest presso il Parco della Tesoriera (corso Francia 186-192). Per maggiori informazioni si può contattare il numero 3206990599, oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o visitare il sito www.tedaca.it. L’ingresso è gratuito.

Author Matteo Vabanesi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA