Firenze Cposp: Saione, coordinamento delle istituzioni e massima sinergia delle forze in campo

da
Advertising

 


Si è riunito questa mattina il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza richiesto dal Sindaco Alessandro Ghinelli e convocato dal Prefetto Clara Vaccaro per analizzare la situazione della zona di Saione, area della città da tempo posta dai cittadini all’attenzione delle istituzioni per motivi di degrado e di insicurezza percepita. Le Istituzioni hanno concordato la necessità di un coordinamento che consenta il migliore controllo della zona, e della massima sinergia delle forze impiegate in campo.

“I segnali che provengono dai cittadini devono essere ascoltati e non ignorati, altrimenti la rabbia ed il senso di impotenza e di abbandono non potranno che aumentare, ed è per questo che mi ha spinto a richiedere la riunione di oggi che è stata prontamente indetta dal Prefetto”, ha detto il Sindaco Alessandro Ghinelli. “Come primo atto concreto e condiviso, è stato per il momento deciso che una pattuglia della Polizia Municipale sarà presente per gran parte della giornata nella zona di Saione”, ha aggiunto il Sindaco.

Nell’ambito della riunione del comitato sono state condivise alcune proposte volte ad agire su fronti diversi, dalla messa in atto di misure in grado di migliorare il decoro urbano, a maggiori interventi da parte degli agenti di polizia municipale. Tra queste, quella di un protocollo di vicinato per l’invio di segnalazioni alla PM e alle forze di polizia, maggiori controlli sui negozianti della zona, l’implementazione di un sistema di videosorveglianza, l’aumento della pulizia delle strade, il divieto di consumo di bevande alcooliche in strada nelle ore serali, l’installazione di bagni pubblici, la programmazione di lavori socialmente utili per i cittadini stranieri accolti nei CAS.

L’obiettivo è quello di concentrare su Saione un’attenzione specifica, concordata e condivisa nel rispetto delle competenze e peculiarità delle Istituzioni, al fine di consentire una sinergia concreta che risponda agli interessi dei cittadini e dell’intera comunità. L’opzione dell’intervento delle Forze Armate con l’operazione Strade Sicure non è risultata praticabile in quanto non sono presenti obiettivi sensibili che ne rendono possibile  l’attivazione.

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.