[REGIONE PIEMONTE] Accordo tra Regione e Compagnia di San Paolo per il sistema integrato della salute

da
Advertising

La realizzazione di programmi di sviluppo coordinati in campo sanitario nel triennio 2017-19 è il principale campo di applicazione della convenzione firmata il 17 luglio dai presidenti della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e della Compagnia di San Paolo, Francesco Profumo.

Il documento vede Regione e Compagnia, ciascuna all’interno della propria missione, concordare sull’importanza di azioni integrate in un orizzonte di medio periodo a servizio del sistema sanitario, con obiettivi di maggiore equità, accessibilità, efficienza e incremento della qualità dei servizi forniti. In particolare, viene ritenuta importante la sinergia con strutture che svolgono ricerca nel campo biomedico sul territorio, quali l’Italian Institute for Genomic Medicine (IIGM ex HuGeF) e il Centro di Biotecnologie e Medicina Traslazionale dell’Università di Torino (CBMT), che saranno parte integrante del futuro Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione di Torino. Per ottenere questi risultati la Compagnia si è impegnata a stanziare 10 milioni di euro.

Dopo aver ricordato che in mattinata la Giunta regionale aveva approvato la delibera che recepisce questa convenzione, Chiamparino ha espresso “la massima soddisfazione per il sostegno che la Compagnia di San Paolo dà a politiche fondamentali per il territorio e anche per il metodo con cui lo fa, che non è quello della semplice erogazione di fondi, bensì un contributo più ampio che prevede la realizzazione di programmi di sviluppo coordinati”.

“Questo atto – ha aggiunto Profumo – segue la linea che abbiamo tracciato per il 2017-2020: puntare a interventi che sempre più facciano della Compagnia un agente di sviluppo, che non eroga solo denaro, ma mette a disposizione anche le proprie competenze. Le risorse saranno date con una certa flessibilità, abbiamo pensato del 10% sul passaggio da un anno all’altro, in modo da favorire il più possibile ciò che dovrà essere fatto. L’obiettivo del nostro intervento è fare in modo che la Regione possa liberare risorse da destinare allo sviluppo”.

Nell’ambito della convenzione è previsto altresì il sostegno a progettualità e ad istituzioni rilevanti nel panorama culturale piemontese, in grado di attivare dinamiche di sviluppo del comparto, a favore delle quali la Compagnia erogherà, sempre nel triennio 2017-19, un ulteriore importo di 2 milioni di euro.

Author Gianni Gennaro Questo indirizzo email è protetto dagli . È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA

Advertising