[Lucca] Prosegue la sesta stagione dell’Orchestra Filarmonica di Lucca: 11 agosto con Ciaikovsky e Piazzolla alla chiesa dei Servi

da
Advertising

Lucca –

Concerto per le missioni africane della Caritas Diocesana

Prosegue, con le musiche di Ciaikovsky e Piazzolla, la sesta stagione dell’Orchestra Filarmonica di Lucca, fondata e diretta da Andrea Colombini. Questa volta l’appuntamento è per l’11 agosto alla Chiesa dei Servi di Lucca (dalle ore 21.15), con l’Orchestra Sinfonica di Grosseto, ospite diretta per l’occasione, dal maestro Giuseppe Bruno.

Quest’ultimo ha realizzato numerose produzioni sinfoniche e operistiche, tra cui “Der Kaiser von Atlantis” di Ullmann, “Haensel e Gretel” di Humperdinck e la Sinfonia di Bruckner diretta alla Filarmonica di Kiev. E’ inoltre autore di musiche di scena e dell’opera da camera “Tu saresti il Dottor Faust?”. Universal Edition di Vienna ha pubblicato la sua trascrizione di “Purgatorio” dalla X Sinfonia di Mahler. Insegna al conservatorio della Spezia , di cui è stato direttore dal 2008 al 2014.

La serata sarà poi impreziosita, inevitabilmente, anche dalla presenza di Cesare Chiacchiaretta, bandoneonista di fama internazionale che si dedica da sempre, con particolare dedizione, alla musica di Astor Piazzolla della quale è un profondo conoscitore. Ha suonato come solista con importanti orchestre e direttori (tra le altre collaborazioni, di particolare rilievo, quelle con la Kaunas Chamber Orchestra-Lituania diretta da Pavel Berman e soprattutto con l’Orchestra Vox Aurae diretta dal celebre maestro cubano Leo Brouwer) proponendo le più significative opere solistiche del suo strumento. Nel 2006 ha suonato sotto la direzione del Maestro Riccardo Muti al Teatro dell’Opera di Roma con l’Orchestra Sinfonica “L.Cherubini” eseguendo musiche di Nino Rota. L’intensa attività didattica che svolge con passione da diversi anni ha portato i suoi allievi ad ottenere significative affermazioni nelle più rilevanti competizioni internazionali. Chiacchiaretta è, inoltre, docente di fisarmonica al Conservatorio di Musica “T. Schipa” di Lecce.

E poi c’è un programma che si preannuncia estremamente interessante, con incursioni nella musica di Pëtr Il’ič Ciaikovski, celebre compositore russo del tardoromanticismo, che andranno a convivere (nella seconda parte della serata) con le arie di Astor Piazzolla, autore e musicista tra i più grandi e controversi del secolo scorso.

Il programma prevede, nello specifico, un inizio scandito dal genio immortale di Ciaikovsky, con la “Serenata per archi op. 48”, (Pezzo in forma di Sonatina. Andante non troppo; Valse. Tempo di valse. Moderato Elegia. Larghetto elegiaco Finale. Tema russo. Andante). 

Poi si passa alla musica intrisa di estro di Piazzolla, con “Adios Nonino” , “Biyuya”, “Violentango”, “Oblivion”, “Libertango” e “Tanguedia”.

E, come sempre accade, la cultura avrà l’opportunità di coniugarsi con il verbo della solidarietà: il concerto, infatti, è dedicato all’Ufficio Diocesano della Caritas a sostegno dei progetti dello stesso in Africa.

L’ingresso, ancora una volta, sarà gratuito per tutti i residenti a Lucca ed in Provincia.

Un ringraziamento sentito va alla Fondazione Banca del Monte di Lucca e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, per il sempre vivo e convinto sostegno al Festival.

Infoline per posti a sedere 340 8106042

o via mail: info@puccinielasualucca.com

Fonte Verde Azzurro

Advertising