[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Aut. locali: Panontin, Tar fa chiarezza su ricorso Comuni su fondi Uti

da
Advertising

Trieste, 3 ago – Il Tar del Friuli Venezia Giulia ha respinto,
con sentenze pubblicate ieri e condanna alle spese, i ricorsi di
otto Comuni (Reana del Rojale, Pavia di Udine, Pasian di Prato,
Pagnacco, Martignacco, Torreano, Corno di Rosazzo e Fogliano
Redipuglia) che avevano impugnato i provvedimenti regionali
relativi al Fondo ordinario per gli investimenti a favore delle
Unioni territoriali intercomunali.

I ricorsi sono stati giudicati inammissibili perché, in sostanza,
i ricorrenti non trarrebbero alcun giovamento dall’accoglimento
del ricorso stesso, in quanto per propria scelta hanno deciso di
non far parte delle Unioni, che sono beneficiarie
dell’assegnazione. La legge regionale 34/2015 precisa, infatti,
che le Uti sono le uniche ed esclusive destinatarie del fondo in
questione.

“Si tratta di un passaggio di grande chiarezza e di grande
importanza – ha commentato l’assessore regionale alle Autonomie
locali e al Coordinamento delle riforme Paolo Panontin -. Non ci
può essere pretesa a risorse alle quali si è a priori rinunciato
ad aspirare, avendo scelto di non far parte dell’Unione che ne
beneficia. In altri termini, ogni comune è libero di scegliere il
proprio destino, ma deve assumersi in toto le responsabilità
delle sue legittime decisioni, le cui conseguenze ricadono poi
sulla comunità amministrate, tra cui vanno anche annoverate le
spese sostenute per la difesa in giudizio e gli oneri conseguenti
alla condanna a rifondere le spese legali sostenute dalla
Regione”.
ARC/PPH/ppd

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising