Firenze Ex caserma Mameli, sette proposte per il rilancio

da
Advertising

Sette proposte per il futuro dell’ex caserma Mameli, che lo scorso dicembre è stata restituita dall’Arma dei Carabinieri alla città di Firenze dopo lo spostamento della scuola Marescialli a Castello.

Le sette buste con progetti e idee per il rilancio della struttura sono arrivate negli uffici della Direzione Patrimonio dopo il concorso internazionale in cui era stato dato come indirizzo l’idea di trasformare i locali della ex scuola Marescialli e Brigadieri (corrispondente alla parte del Monastero Nuovo) in un luogo destinato alla promozione della cultura scientifica e dei processi di innovazione tecnologica. Il bando internazionale, rivolto a imprese, cittadini, enti pubblici e privati, aziende e università, è stato lanciato dal sindaco Dario Nardella per far pervenire idee e progetti sul futuro dell’ex caserma ed ha appunto portato a sette proposte che saranno analizzate nel corso delle prossime settimane.

Dopo la chiusura del bando parte la procedura che porterà a scegliere i progetti migliori. Già da oggi infatti viene nominata la commissione interna del Comune, che si metterà subito al lavoro per aprire le buste e esaminare le idee pervenute per poi preparare una relazione e avanzare delle proposte all’amministrazione. Saranno stabiliti così una serie di contenuti da inserire nel futuro bando pubblico, previsto per la concessione del bene. Sarà chiesto anche il nulla-osta alla Soprintendenza.

“Va avanti l’iter per valorizzare e tutelare al meglio questa meravigliosa struttura rientrata nella disponibilità del Comune e stiamo lavorando affinché diventi luogo di cultura per i fiorentini” ha detto l’assessore al bilancio Lorenzo Perra, che segue il progetto insieme all’assessore al patrimonio non abitativo Federico Gianassi. (sp)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising