[ALTOPASCIO] Brucia Marginone, evacuate due abitazioni

da
Advertising

ALTOPASCIO. Fiamme alte e odore di bruciato, che rimane attaccato ai vestiti, alla pelle. La disperazione che si legge sui volti delle persone sconvolte, convinte, o quasi, di perdere brandelli importanti della loro vita. La paura c’è stata ed è stata tanta, forse troppa, ma per fortuna il vasto incendio che nella giornata di ieri, intorno all’ora di pranzo, ha interessato la frazione di Marginone, nel comune di Altopascio, al confine con Montecarlo, non ha provocato danni alle persone, ma solo ad una dependance.

Il rogo, che si è propagato tra i boschi che delimitano il confine tra le due frazioni, secondo una prima ipotesi formulata dai vigili del fuoco di Lucca intervenuti sul posto, sembrerebbe di natura dolosa. «Le fiamme si sono propagate a circa duecento metri dall’incendio che ha coinvolto la località Carrai cinque giorni fa – spiega Mario Giannotti direttore operativo antincendio di Lucca –. L’ipotesi di dolo è certa, dato che quei terreni sono stati messi in sicurezza dalle nostre squadre». In prossimità delle fiamme si trovavano due abitazioni al cui interno erano presenti un gruppo di 15 persone di nazionalità belga in villeggiatura e nell’altra una famiglia di Montecarlo, entrambe obbligate dagli uomini della protezione civile ad abbandonare gli abitati.

L’allarme, scattato intorno alle 12, è stato dato da una vicina di casa della coppia montecarlese, che appena notate le fiamme dalla finestra della sua abitazione, ha avvertito i vigili del fuoco. Le fiamme, oltre a bruciare diversi ettari di bosco, hanno distrutto un cottage pertinente alla casa in cui soggiornavano i turisti belgi, utilizzato dall’affittuario, un altopascese, a mo’ di rimessa. Sul posto, oltre alla misericordia di Montecarlo che ha soccorso gli evacuati in tutta sicurezza, sono intervenute tre unità dei vigili del fuoco di Lucca e due elicotteri del servizio regionale da Pistoia che hanno provato invano a domare le fiamme, aiutati nell’opera di spegnimento, mezz’ora più tardi, dall’intervento di un canadair proveniente da Roma.

Il forte vento che soffiava verso sud, non ha contribuito a rendere la situazione agevole per i nuclei di soccorso, ma ha alimentato le fiamme che hanno coinvolto l’area sottostante, nei pressi di Altopascio. Data la criticità della situazione, Rfi ha deciso di sospendere la circolazione dei treni tra Montecarlo e la città del Tau a partire delle 15.10, attivando un servizio sostitutivo con autobus. Il transito dei treni, secondo una nota di Rfi, riprenderà dopo il nulla osta dei vigili del fuoco, presenti nella zona interessata. Per rendere le operazioni di soccorso più agevoli è stata interrotto l’accesso ad Altopascio da via del Marginone, mentre l’ingresso da Montecarlo non ha subito limitazioni. Sospesa anche la circolazione dei treni con sulla Viareggio-Firenze, con una serie di bus sostitutivi fra Altopascio e Pistoia: diversi i disagi per i pendolari, con soppressione e ritardi di treni.

Anche il sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi era presente sul luogo, e ha provveduto a coordinare, insieme alla protezione civile, le operazioni di messa in sicurezza dell’area. «Siamo intervenuti non appena abbiamo avuto la segnalazione – ha detto il primo cittadino –. È un momento difficile ma ne usciremo. Noi siamo qua». L’amministrazione altopascese invece ha mobilitato le associazioni di volontariato presenti sul territorio

per dare assistenza alle persone. Il sindaco Sara D’ambrosio, presente con i suoi assessori, ha chiesto un intervento più importante da parte della questura e ha, insieme alla polizia municipale di Altopascio, coadiuvati gli interventi al fine di tutelare la popolazione.

Fonte: Il Tirreno

Advertising