[Provincia di Lucca] SCUOLE: oggi all'Isi di Barga la visita del ministro Fedeli che si complimenta per i lavori della Provincia per il nuovo istituto alberghiero

da
Advertising

E’ iniziato il conto alla rovescia per il nuovo Mancano, infatti, poche settimane per la definitiva conclusione dei lavori di ricostruzione di un’ala della sede dell’istituto scolasticocurati dalla Provincia di Lucca che, nelle ultime settimane, ha dato una concreta accelerazione ad un intervento delicato e complesso dal punto di vista costruttivo e funzionale. L’istituto alberghiero, tra l’altro, attrae negli ultimi anni moltissimi studenti provenienti da molti comuni anche non limitrofi, tanto che il numero complessivo degli iscritti ha superato le 1000 unità nei vari corsi di studi. La visita a Barga del ministro dell’istruzione, della ricerca e dell’università è stata l’occasione per un sopralluogo nella nuova scuola superiore: in parte ristrutturata e in parte completamente ricostruita dopo la demolizione del vecchio edificio realizzato all’inizio degli anni ’60 del secolo scorso. Al sopralluogo, tra gli altri, oltre al ministro Fedeli, hanno preso parte il presidente della Provincia con l’arch. (dirigente del settore edilizia scolastica della Provincia) e il consigliere provinciale delegato alla scuola , il sindaco di Barga , i parlamentari e, i rappresentanti della Prefettura di Lucca, l’assessore regionale con i consiglieri regionali e, la responsabile dell’Ufficio scolastico provinciale e la dirigente scolastica . Presenti anche i sindaci di Borgo a Mozzano e di Pescaglia Per consentire l’intervento di demolizione e ricostruzione della scuola, i cui lavori sono iniziati nel giugno 2016, in modo che gli studenti potessero continuare ad avvalersi dei laboratori e dell’aula magna. Nonostante qualche intoppo che ha finito per far slittare i tempi di intervento, i lavori sono pressoché ultimati edi cucina rinnovati, mentre già dalla fine di ottobre potrà contare anche sui restanti spazi del piano terra. Nei mesi scorsi la Provincia di Lucca (competente sull’edificio che è di proprietà del Comune di Barga) ha concluso l’intervento di ristrutturazione dei dove sono attualmente in corso i lavori di allestimento sia del grande sia del nuovo laboratorio “modello master chef” e soprattutto ha ultimato i lavori di costruzione della palazzina in ampliamento (blocco D) dove hanno trovato sistemazione una grande sala da pranzo (divisibile in due locali) e sette aule di didattica. Non mancano i locali per nuovi spogliatoi e servizi igienici, aree di lavaggio alimenti e di sistemazione stoviglie. Ma i lavori più lunghi e delicati hanno riguardato, da una parte, che, una volta concluso, consentirà di ottenere due grandi sale da pranzo, un locale bar con annessi servizi a corredo oltre a sette nuove aule di didattica e, dall’altra, la (dopo la demolizione di quella vecchia). Il tutto costruito sulla base delle più recenti norme antisismiche dal momento che il comune di Barga è classificato in zona a sismicità medio-alta. Il nuovo edificio, più grande di quello precedente, è realizzato con materiali ad alta sostenibilità ambientale ed ospiterà nuove aule di dimensioni adeguate al numero degli iscritti, nuovi laboratori linguistici e di informatica. Oltre ad aule e laboratori e servizi igienici raggiungibili anche dai soggetti diversamente abili grazie ad un ascensore dedicato, ci sono anche una sala docenti, uno spazio archivio, nonché una reception ed infine una stanza di albergo per la formazione degli studenti. L’edificio è stato concepito per essere un immobile a basso consumo realizzato attraverso i più avanzati criteri di ecosostenibilità, di bioedilizia e di risparmio energetico. Particolare attenzione è stata prestata – come del resto in altre scuole recuperate adeguate dalla Provincia sul territorio – ed all’installazione di impianti di illuminazione a basso consumo con di ultima generazione. Soddisfatto il presidente della Provincia che ha sottolineato (imprevisto emerso un anno fa durante i lavori di demolizione di un edificio – ndr) Nel progetto dell’Isi di Barga è prevista anche l’installazione di un integrato nella copertura per la produzione di energia elettrica da 30 kWp, così come di un per il collegamento in Rete di tutti gli spazi scolastici. Per l’ampliamento e la ricostruzione della nuova ala dell’alberghiero , suddivisi in due lotti funzionali, ottenuti grazie alla idonea collocazione del progetto nella graduatoria del programma 2015-2016-2017 di edilizia scolastica redatto dalla Regione Toscana a seguito del bando del febbraio 2015 che ha consentito di distribuire le risorse messe a disposizione dallo Stato per interventi di edilizia scolastica di cui ai cosiddetti Mutui BEI. Inoltre, sempre per L’Isi di Barga, che consentiranno di risanare la copertura e il sistema di smaltimento delle acque piovane, ristrutturare spogliatoi e servizi igienici, i campi da gioco con un investimento di assicurato grazie a un mutuo a tasso agevolato contratto con l’Istituto del Credito Sportivo ottenuto a seguito della partecipazione al Bando “500 impianti sportivi scolastici”. La conclusione di questi lavori è fissata per dicembre 2017.

Advertising