Firenze ‘Chiavi della Città’, 448 progetti educativi e 80 spettacoli per gli studenti fiorentini

da
Advertising

Dai percorsi ormai consolidati sulla conoscenza delle istituzioni, della storia, delle regole di legalità, alla nuova proposta su ‘salute e benessere’, fino all’educazione ambientale, l’artigianato ed i mestieri d’arte. Le principali istituzioni, associazioni e realtà economiche cittadine saranno nuovamente protagoniste de «Le Chiavi della Città», il pacchetto di 448 tra iniziative e progetti formativi (oltre a 80 spettacoli in cartellone) che l’assessorato all’educazione offre ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado, in collaborazione con Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Portale Ragazzi.it),

L’iniziativa è stata presentata questo pomeriggio, nel Salone dei Cinquecento, dal sindaco Dario Nardella e dalla vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi.

«I progetti de ‘Le Chiavi della Città’ toccano tutti i campi dell’impegno civico della nostra società – ha ricordato il sindaco Nardella – un vero e proprio ‘affresco’ fatto di tante realtà diverse tutte incentrate sulla formazione civica e culturale dei nostri ragazzi. Si tratta di una delle esperienze più avanzate dal punto di vista civile. Una bella esperienza che si è rafforzata lungo la strada grazie anche al supporto di tanti partner che la finanziano, primo tra tutti la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze».

«’Le Chiavi della Città’ – ha sottolineato la vicesindaca Giachi – sono uno strumento utile per aiutare gli insegnanti a far entrare i nostri bambini e bambine e i nostri ragazzi e ragazze in quel mondo vario e multiforme che è la nostra società; per far conoscere loro più approfonditamente la storia e la cultura della nostra città, custode fedele delle sue tradizioni, e comunque al centro di nuove sfide e di fermenti culturali».

«Vorrei ringraziare tutte le persone che hanno lavorato e lavoreranno al progetto nel corso dell’anno – ha aggiunto – e soprattutto le insegnanti e gli insegnanti che offriranno ai ragazzi, attraverso spunti nuovi di riflessione, la possibilità di accrescere le loro conoscenze e di soddisfare la loro curiosità e la loro voglia di sapere, oltre che di nutrire il loro senso di appartenenza alla città e alla sua comunità».
Novità – Riguardano, anzitutto, la programmazione biennale:l’offerta educativa e formativa sarà valida sia per questo che per il prossimo anno scolastico. Poi c’è l’ampliamento del target: nell’ottica della continuità 0-6 anni, sono stati inseriti in via sperimentale percorsi educativo-espressivi ai quali possono attingere i servizi alla prima infanzia. Sono inoltre previsti percorsi rivolti alle scuole secondarie di secondo grado, inclusa l’attivazione di progetti di alternanza scuola-lavoro, da concordare con gli istituti interessati. C’è, infine, una nuova sezione tematica, ‘Promozione della salute e del benessere’ in collaborazione con la Asl Toscana Centro – Ambito di Firenze e con Afam Farmacie Comunali Firenze.
Collaborazioni istituzionali – Molti percorsi si avvalgono di collaborazioni consolidate con altre direzioni del Comune, Quartieri, biblioteche, archivi e musei, istituzioni, enti pubblici e soggetti con cui sono attivi specifici accordi e protocolli. Prosegue il partenariato tecnico-scientifico con Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) relativo allo sviluppo e divulgazione di nuovi modelli di insegnamento e apprendimento basati sull’innovazione della didattica, anche attraverso l’uso di tecnologie avanzate. Continua anche la collaborazione con Fondazione CR Firenze e con il Portale ragazzi sia per lo sviluppo del sito che per l’offerta di laboratori.
Sponsor principali – L’Azienda WhyNot s.r.l. di Bagno a Ripoli , distributrice esclusiva del marchio ‘Caran d’Ache’ per l’Italia, di cui promuove prodotti per Belle Arti di altissima qualità, dal 2011 sponsor finanziario e tecnico de Le Chiavi della Città, ha anche quest’annno rinnovato il suo supporto al progetto ‘L’ Officina delle Meraviglie’ realizzato nel Giardino di Boboli, per insegnare ai bambini la tecnica dell’acquerello con matite e pastelli di straordinaria qualità. Poi c’è la società cooperativa Cooplat di Firenze (nata nel 1946 grazie a nove manovali, ex partigiani, rimasti senza lavoro nella Firenze del dopoguerra): sponsor già della passata edizione, da quest’anno ha rafforzato il suo sostegno diventando uno degli sponsor principali de
Altri sponsor – Tra di loro la Mukki – Centrale del Latte della Toscana spa.

L’elenco di tutti i progetti è consultabile on line sul sito www.chiavidellacitta.it. Dal 7 settembre sono aperte le adesioni. (fn)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising