[ REGIONE TOSCANA ] ABB di Terranuova, incontro in Regione tra istituzioni e sindacati

da
Advertising

FIRENZE – L’ABB di Terranuova Bracciolini è una realtà strategica del manifatturiero del  Valdarno, sia per i suoi numeri che per la qualità del prodotto. Ciò rende assolutamente necessario affrontare momenti di difficoltà salvaguardando il suo prezioso patrimonio di competenze e puntando su prospettive di  crescita.

E’ stata concorde la valutazione di istituzioni e organizzazioni sindacali nell’incontro che è stato convocato in Palazzo Strozzi Sacrati dal consigliere del presidente Enrico Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, ed al quale hanno partecipato il vicesindaco di Terranuova, Mauro Di Ponte, e i rappresentanti dei lavoratori.

I sindacati hanno espresso la loro preoccupazione per l’annuncio da parte di ABB di procedere a 35 esuberi, tra personale impiegatizio e di supporto alla produzione, come risposta alle attuali difficoltà di presenza sui mercati, contraddicendo, hanno sottolineato accordi presi precedentemente con le organizzazioni sindacali.

Simoncini ha condiviso le preoccupazioni dei lavoratori, sottolineando che il carattere di vera e propria eccellenza della ABB spinge alla ricerca di soluzione alternative, anche alla luce degli stessi importanti investimenti che il gruppo ha realizzato sullo stabilimento valdarnese.

Nei prossimi giorni, ha detto Simoncini, la Regione convocherà l’azienda per un confronto sulle scelte e le prospettive industriali. La proposta che verrà rivolta ad ABB, ha preannunciato, sarà quella di valutare il ritiro della richiesta degli esuberi, facendo invece ricorso ad altri strumenti – dai contratti di solidarietà alla cassa integrazione – per affrontare in modo socialmente sostenibile il momento di difficoltà. Simoncini ha anche auspicato che in confronto con i lavoratori e i sindacati sia il più aperto possibile, garantendo il massimo impegno della Regione per favorirlo.

Fonte: Regione Toscana

Advertising