[Lucca] Il premio “Giovanni Pascoli – L’Ora di Barga” assegna sabato 21 ottobre i riconoscimenti

da
Advertising

Lucca –

 

Sabato 21 ottobre alle ore 16 si svolgerà a Barga presso la sala del Conservatorio “Santa Elisabetta” la cerimonia di premiazione del Premio “Giovanni Pascoli – L’Ora di Barga” giunto alla quinta edizione. Ospite dell’edizione 2017 del Premio sarà il Prof. Paolo Ruffilli che terrà una lezione dal titolo “Come canta la lingua della poesia”. Un percorso sulla poesia con riferimenti a Pascoli, partendo dalle ragioni profonde della musicalità del linguaggio poetico, sull’esperienza del fare poesia e sulla formazione di linguista di Ruffilli.pascoli3

L’evento che ha il prestigioso patrocinio del Ministero dei Beni culturali e della Regione Toscana, è organizzato dai vari enti e associazioni importanti di Barga; Unitre, ProLoco, Biblioteca Comunale “F.lli Rosselli”, Comune di Barga, Fondazione “Giovanni Pascoli”, Commissione Pari Opportunità,  Fondazione Conservatorio Santa Elisabetta e Tra le righe libri editore.

La presidente del Premio Paola Stefani fa un primo bilancio dell’evento: «142 autori, 37 raccolte edite e 238 poesie inedite, di cui 61 nella sezione Giovani, alcuni giovanissimi al di sotto dei 10 anni. Questi sono i numeri registrati quest’anno nella partecipazione al Premio “Giovanni Pascoli – L’Ora di Barga”, numeri che attestano per il quinto anno consecutivo il notevole interesse per il nostro concorso di poesia e  che ci riempiono il cuore di soddisfazione.

La provenienza dei nostri concorrenti è ben distribuita in tutta l’Italia, come si potrà notare fin dalla rosa dei vincitori, in cui troviamo autori di Milano o Torino, come di  Matera o  Caserta, a testimoniare una dimensione nazionale ormai consolidata.

La novità di quest’anno è stata l’apertura del concorso alle classi degli istituti scolastici, che hanno stimolato e raccolto la produzione poetica degli alunni. Era nostra intenzione, infatti, che questa attività divenisse un momento di grande rilevanza didattica, inserendosi nel curriculum educativo come l’acquisizione di una nuova potenzialità espressiva. E ci sembra di aver centrato in pieno il bersaglio. I nostri giovani autori hanno partecipato numerosi, singolarmente o all’interno del gruppo classe, con risultati veramente sorprendenti».

Saranno presenti per la premiazione l’Assessore alla Cultura Giovanna Stefani, Sonia Maria Ercolini, Maria Elisa Caproni ed i membri della Giuria Maria Luisa Livi, Andrea Giannasi, Sara Moscardini, Brunella Bertoni, Maurizio Poli, Maria Grazia Lucchesi e Maria Lammari insieme alla Presidente della Giuria Paola Stefani.

L’antologia del premio, edita da Tralerighe libri editore – che ha i saluti del Sindaco di Barga Marco Bonini – oltre a contenere i componimenti dei poeti partecipanti nell’anno delle progettualità tra Pascoli e D’Annunzio costruita dalle rispettive Fondazioni, omaggia gli illustri autori con due componimenti.

Pascoli con “La siepe”, una poesia che prende spunto da un discorso elettorale tenuto da Gabriele d’Annunzio, candidato al Parlamento nel 1897, durante il quale lo stesso si rivolgeva ai proprietari terrieri abruzzesi esaltando il valore della proprietà individuale (rappresentata dalla siepe che cinge i loro campi) su cui poggia la dignità della persona, in contrapposizione al collettivismo socialista. Pascoli scrisse un articolo di elogio sotto forma di lettera indirizzato a D’Annunzio, accompagnato dalla poesia, che venne pubblicato su “La Tribuna”. La poesia entrerà poi a far parte dei “Poemetti”.

D’Annunzio con “Il commiato” un’ode pubblicata sul “Marzocco” del 15 novembre 1903, poi raccolta tra le liriche di “Alcyione”; ne erano destinatari Giovanni e Maria Pascoli. D’Annunzio immagina una sorta di volo d’uccello sulle lande versiliesi e sulle vette apuane, sino a raggiungere il corso del Serchio, dove si è stabilito il Pascoli, ultimo figlio di Virgilio.

Il Premio “Giovanni Pascoli – L’Ora di Barga” prevede, oltre alla cerimonia di premiazione, una cena conviviale, una visita guidata del centro storico e della casa del poeta.

Fonte Verde Azzurro

Advertising