[Lucca] Il futuro di Lucca. la risposta di italia nostra

da
Advertising

Lucca –

Italia Nostra ha letto con interesse l’ intervento dell’Assessore alla Cultura sulla cronaca
cittadina de Il Tirreno del 03 ottobre u.s. (“Ragioniamo sul futuro della città”) e raccoglie
l’invito a interrogarci su turismo, città e futuro.
Le città, come le persone, devono vestire “ l’abito” che loro si addice ed il “corpo” di Lucca
è il suo centro storico con le Mura entro cui è racchiuso: la sua conformazione – con i
monumenti, le piazze ed il reticolo di strade, prodotto di una storia millenaria – condiziona
necessariamente la scelta.
Non è il culto di una fotografia antica, ma il riconoscimento del valore di quanto abbiamo
ereditato e la coscienza del dovere di conservazione di un patrimonio storico ed artistico.
Dovere che, consacrato legislativamente fino dall’unificazione del Paese, ha avuto posto tra i
principi fondamentali della carta costituzionale e trova la sua ultima espressione normativa
nel D.Lgs.22.01.2004 n.42 (Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio).
La tutela che questo testo assicura alla categoria dei beni culturali passa attraverso tre
momenti fondamentali che sono la protezione, la garanzia della fruizione pubblica e la
valorizzazione.
Il primo di questi tre momenti è espressamente volto a scongiurarne non solo, come è ovvio,
la distruzione, il deterioramento o il danneggiamento, ma anche l’adibizione ad usi non
compatibili con il loro carattere storico o artistico.
La concreta possibilità della fruizione da parte della collettività identifica la ragione stessa
della accordata tutela, ne rappresenta lo sbocco necessario, mentre la valorizzazione richiama
quelle iniziative che mirano a dare al bene il giusto risalto e a favorirne la conoscenza e
l’apprezzamento.
Questo approccio doverosamente legalitario al tema, vale di per sé a respingere l’idea che il
futuro del centro storico possa identificarsi col turismo dei grandi intrattenimenti di massa
quali il “festival di luglio” ed i “comics” .

ITALIA NOSTRA ONLUS

Sede Legale – Viale Liegi, 33 00198 Roma – Tel. +39.06.8537271 Fax. +39.06.85350596
C.F. 80078410588 P.IVA 02121101006 – info@italianostra.org – www.italianostra.org

Questi implicano, infatti, per la loro realizzazione, la negazione di tutti e tre i ricordati
principi della tutela poiché sottraggono alla collettività, per tempi significativi, l’uso e la
visione di spazi e monumenti protetti, li piega ad usi incongrui e li strumentalizza a fini di
profitto, con un evidente ribaltamento della prospettiva dell’attività di valorizzazione che
pone al centro il bene culturale nella sua integrità.
La scelta, insistita, del centro cittadino come sede di quegli eventi – che meritano di essere
coltivati ma che esigono collocazioni adeguate alla loro risonanza sociale – si sta, d’altra
parte, rivelando strumento inefficace contro la crisi di residenza – e di conseguente vitalità –
che affligge il centro storico con una progressione in atto dagli anni settanta del secolo scorso
e di cui, secondo molti, avrebbe dovuto rappresentare un antidoto.
Il futuro da costruire passa attraverso la necessità di recuperare residenza all’interno delle
Mura urbane e di gestire il volano economico del turismo con accortezza, da un lato, di
individuare o realizzare altrove spazi e strutture idonee ai grandi eventi e, dall’altro, di attrarre
nel centro storico il turismo che gli è congeniale, quello continuo e discreto mosso dal
desiderio di conoscere la città e i suoi monumenti, richiamato da iniziative di effettiva
valorizzazione del suo cospicuo patrimonio di storia, di arte e di musica.

Consiglio Direttivo Italia Nostra Lucca

Fonte Verde Azzurro

Advertising