Capannori L’identità maschile e i diritti dell’infanzia al centro di due iniziative in programma a Capannori

da
Advertising

Capannori –

Mancini, Benedetti, Matteucci, Amadei, Cicalini, Alessi

Capire le origini remote della violenza, non solo fisica, che esiste nella società fra uomo e donna e favorire la diffusione della conoscenza dei diritti dell’infanzia e degli strumenti di diffusione degli stessi. È questo lo scopo di due iniziative “L’identità maschile: dal dominio alla partnership” e “Maltrattamenti e abusi nei confronti dei minori. Protocollo Miriam: prevenzione e interventi di tutela” che si svolgeranno a Capannori.

La prima, promossa dal Comune di Capannori, Commissione Pari Opportunità, associazione Paideia e associazione professionale Proteo Fare e Sapere per la provincia di Lucca e Massa Carrara, si articola in un ciclo di conferenze aperte a tutta la cittadinanza e in laboratori accreditati dal Miur per genitori, educatori e docenti, in programma dal 20 ottobre al 1° dicembre. I protagonisti degli incontri parleranno di come fin dall’educazione in tenera età vengano trasmessi stereotipi di pensiero alle bambine e ai bambini, contribuendo a fondare una società basata sulla sopraffazione, sul dominio e sulla gerarchia. Si insegnerà anche a come rapportarsi con piccoli a parlare del piacere.
“Maltrattamenti e abusi nei confronti dei minori” è invece promossa dall’Aiaf (associazione italiana degli avvocati per la famiglia e per i minori) in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e il Comune di Capannori. Si tratta di un incontro-studio in programma il 20 ottobre dalle ore 15 alle 18 nell’auditorium del Centro sanitario di Capannori. L’appuntamento sarà un focus, aperto anche ai cittadini e accreditato da parte dell’Ordine degli avvocati di Lucca con l’attribuzione di tre crediti formativi, sul protocollo Miriam, che definisce le modalità condivise tra le varie amministrazioni ed organi interessati di approccio al problema della violenza sui minori e violenza assistita in ambito familiare.

Gli appuntamenti sono stati presentati stamani (lunedì) in una conferenza stampa a cui hanno partecipato la vice sindaca Silvia Amadei, la presidente della Commissione pari opportunità, Enza Cicalini, Laura Matteucci vice presidente di Paideia, Roberta Alessi di Proteo Fare e Sapere, Sonia Mancini, avvocato del Foro di Lucca, socia Aiaf e componente della Commissione Pari opportunità ed Elena Benedetti, avvocato del Foro di Lucca, referente della sezione territoriale di Lucca Aiaf Toscana e componente del consiglio direttivo nazionale Aiaf.

“E’ necessario spingersi in profondità verso le radici delle nostre scelte spirituali e sociali per arrivare a liberarci dai condizionamenti, in particolare quelli che ci spingono a considerare mascolinità e femminilità nei termini del dominio e della sottomissione, per riuscire poi a costruire su nuove basi le nostre relazioni fondamentali con noi stessi, con l’altro e con il nostro habitat naturale – dichiara la vice sindaca Silvia Amadei -. Inoltre è importante lavorare sul tema della violenza sui minori. L’amministrazione comunale è impegnata da anni su questi fronti con l’obiettivo di dare un contributo al cambiamento culturale della comunità”.

“Vogliamo affrontare il problema dell’educazione di genere maschile e femminile dal punto di vista storico e pedagogico – aggiunge la presidente della commissione Pari opportunità, Enza Cicalini – Siamo convinti e fiduciosi che le attività che stiamo promuovendo siano occasioni di riflessione finalizzate a favorire l’acquisizione di consapevolezza dell’identità di genere, oltre che alla costruzione delle relazioni nell’ottica della libertà personale e della valorizzazione delle differenze, imparando a rispettare se stessi e gli altri. Con la seconda iniziativa vogliamo porre l’attenzione sul protocollo Miriam, presentandolo anche alla comunità, dopo il successo del primo incontro svolto nello scorso maggio”.

Programma ‘L’identità maschile: dal dominio alla partnership’: Conferenze presso auditorium distretto sanitario piazza Aldo Moro Capannori.
Venerdì 20 ottobre ore 21 – Giacomo Grifoni psicoterapeuta, Centro ascolto uomini maltrattanti Firenze La costruzione familiare dell’identità di genere maschile;
venerdì 27 ottobre ore 21 Sandro Bellassai, docente di Storia di genere, Università di Bologna ‘La costruzione sociale della mascolinità’;
venerdì 10 novembre ore 21 Giacomo Grifoni, psicoterapeuta, centro ascolto uomini maltrattanti Firenze Imparare a gestire il piacere come forma di prevenzione;
giovedì 16 novembre Lea Melandri scrittrice, saggista, presidente Libera Università delle donne Milano Quella cosa che abbiamo chiamato amore.
Laboratori: Giacomo Grifoni e Cristina Niccolini L’identità di genere (laboratori di 3 incontri di 3 ore ciascuno per educatori, docenti e genitori), luogo e data da stabilire.
Conferenza e laboratorio: sabato 25 novembre ore 9.30-13 e 14.30-18.30 nido d’infanzia ‘Il grillo parlante-Capannori, Nuni Burgio, esperta di sviluppo La matrice sensomotoria della sessualità e lo sviluppo del linguaggio sensuale (per bambini e genitori).
Conferenza e laboratorio: venerdì 1 dicembre ore 15-19 polo culturale Artémisia Irene Biemmi, ricercatrice pedagogica, formatrice di genere, Università di Firenze Scuola e diseguaglianze di genere.

Programma incontro di studio ‘Maltrattamenti ed abusi nei confronti dei minori. Protocollo MIRIAM: prevenzione ed interventi di tutela’  
Intervengono: Rosa Russo, giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Firenze,
Mariagiulia Mannocci, responsabile dell’Ufficio assistenza alla persona del Comune di Capannori
Emanuela Peter, staff del dirigente scolastico dell’istituto Isi “Don Lazzeri-Stagio Stagi” di Pietrasanta
Micaela Bosi Picchiotti, avvocato del Foro di Lucca.

Introduce: Elena Benedetti, avvocato del Foro di Lucca, referente della sezione territoriale di Lucca Aiaf Toscana e componente del consiglio direttivo nazionale Aiaf.
Coordinano: Sonia Mancini, avvocato del Foro di Lucca, socia Aiaf e componente della Commissione Pari opportunità, Paola Bragazzi, avvocato del Foro di Lucca, socia Aiaf e membro della Camera Penale di Lucca.

La partecipazione a tutte le iniziative è gratuita. Per informazioni su “Maltrattamenti e abusi nei confronti dei miniori” info@studiolegalebaldini-benedetti.com, tel 0584/407973.
Per informazioni su “L’identità maschile: Associazione Paideia 347/6112712, Associazione Professionale Proteo Fare e Sapere, tel 333/3026815, proteolucca@libero.it. Programma completo e iscrizione ai corsi www.comune.capannori.lu.it/node/18449 (Sarà possibile iscriversi anche in occasione della prima conferenza).

Advertising
Tags: