[Lucca] A VILLA ARGENTINA “LE VITE PARALLELE” DI ANTONIO FUSCO,

da
Advertising

Lucca –

Il 18 ottobre per la rassegna letteraria ‘Di Mercoledì’ promossa dalla Provincia

A VILLA ARGENTINA “LE VITE PARALLELE” DI ANTONIO FUSCO,

AVVINCENTE NOIR AMBIENTATO IN TOSCANA

L’autore è funzionario della Polizia di Stato e criminologo forense

Il volume “Le vite parallele” e l’autore Antonio Fusco saranno i protagonisti del prossimo appuntamento della rassegna letteraria “Di mercoledì” promossa dalla Provincia di Lucca in programma mercoledì 18 ottobre, alle 17,30, a Villa Argentina.
All’incontro,oltre all’autore che è criminologo forense, parteciperanno 
Aldo Belli, TGRegione.it e Giuseppe Previti, Associazione Giallo Pistoia; mentre alcuni passaggi del libro saranno letti da Monica Lenolli.

Il romanzo, edito da Giunti, è un giallo avvincente ambientato in una cittadina toscana.

Sinossi. Mentre sulla cittadina toscana di Valdenza si addensa una coltre di nubi cariche di neve, il commissario Casabona ha un unico pensiero: tornare quanto prima in ospedale a fianco della moglie Francesca, le cui condizioni di salute lo hanno spinto a chiedere un incarico meno impegnativo. Ma la sua determinazione sta per essere spazzata via da un caso che ha sconvolto tutti: una bambina di tre anni letteralmente svanita nel nulla; una madre in lacrime che, entrando nella sua cameretta, trova il letto vuoto. Quando l’ispettore Proietti gli mostra la foto di Martina, con il suo caschetto biondo e lo sguardo limpido e fiducioso, Casabona riesce a stento a conservare la sua fermezza. Ben presto i sospetti si concentrano su un balordo cocainomane da cui la madre ha ricevuto esplicite minacce, e con il quale intratteneva rapporti piuttosto torbidi. Una soluzione servita su un piatto d’argento, eppure qualcosa non quadra, e Casabona sente per istinto che la madre non è l’unica fra le persone vicine a Martina ad avere dei segreti. E’ il momento di prendere in pugno l’indagine e scavare molto più a fondo.. Che cosa è successo alla piccola Martina? Qualcuno l’ha portata via? Ha ancora senso, dopo tanti giorni, aggrapparsi alla speranza di ritrovarla viva?

Antonio Fusco è nato nel 1964 a Napoli. Laureato in Giurisprudenza e Scienze delle pubbliche amministrazioni, è funzionario nella Polizia di Stato e criminologo forense. Ha lavorato a Roma e a Napoli. Dal 2000 vive in Toscana, dove si occupa di indagini di polizia giudiziaria. Per Giunti sono usciti “Ogni giorno ha il suo male” (2014); “La pietà dell’acqua” (2015); “Il metodo della fenice” (2016).

L’ingresso è libero. Info: 0584-1647600 o pagina Facebook “Villa Argentina Viareggio”.

Fonte Verde Azzurro

Advertising