Capannori Camellietum Compitese, fiori, profumi e colori anche in autunno

da
Advertising

Capannori –

Il taglio del nastro

Una nuova area dedicata alla Camelia Sasanqua, una specie a fioritura autunnale, è stata inaugurata sabato scorso (21 ottobre) al Camellietum Compitese di Sant’Andrea di Compito. Si arricchisce così il parco botanico alle pendici del Monte Serra, recentemente insignito del titolo di “Giardino di eccellenza”, che ospita mille esemplari di cultivar. Adesso il camelieto è maggiormente fruibile in un periodo dell’anno in cui è insolito ammirare fiori.

La cerimonia è stata particolarmente partecipata. Erano presenti, fra gli altri, la vice sindaca Silvia Amadei, il presidente del Centro Culturale Compitese, Augusto Orsi e il vice presidente della Società Internazionale della Camelia, Gian Mario Motta, oltre a membri della Società Internazionale della Camelia, dell’Osservatorio del Paesaggio Lucchese e cittadini.

La Camelia Sasanqua è originaria del Giappone; il suo nome deriva da “Sazankwa” che, tradotto, può significare “fiore del tè di montagna”. Infatti con le sue foglie veniva prodotta una bevanda non dissimile dal tè, per quanto molto inferiore rispetto a quello ricavato dalla Camelia Sinensis. È poco conosciuta in occidente, dove si è affermata a partire dall’Ottocento. Tra le sue peculiarità c’è la capacità di sopportare bene, senza particolari problemi, terreni asciutti e temperature anche inferiori allo zero termico. Il periodo di fioritura inizia nel mese di ottobre prolungandosi fino a dicembre inoltrato, mentre per altre varietà di Camelia Sasanqua si esaurisce nei primi mesi dell’anno. Il fiore, rispetto alle altre specie di camelie, ha la prerogativa di essere profumato.

Sempre sabato, in tanti hanno anche partecipato alla passeggiata inaugurale del sentiero “Valle Cava” di origine medievale, che collega la chiesa di S. Andrea di Compito con il Camellietum Compitese. Il camminamento è stato recuperato nell’ambito del progetto “Giardini del Compitese – Terra di Toscana” di cui è capofila il Centro Culturale Compitese e vede l’adesione dell’amministrazione comunale di Capannori, dell’Osservatorio del Paesaggio Lucchese, della cooperativa Forestale “La Visona”, del consorzio di imprese “Compitese Verde”, della cooperativa Frantoio Sociale del Compitese, della cooperativa Frantoio Sociale “La Visona”.

È invece stata rimandata al mese di novembre, causa il maltempo che era previsto per la giornata di ieri (domenica), la rassegna delle bande musicali a Sant’Andrea e Pieve di Compito. L’appuntamento sarà ancora abbinato ai frantoi aperti, per coniugare le due eccellenze del territorio: l’olio e le camelie.

 

L'area della Camelia Sasanqua nel Camallietum Compitese

Advertising
Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published.