[Lucca] TIMORE PER I POSTI DI LAVORO ALL’AEROPORTO

da
Advertising

Lucca –

Allora, la decisione del Tribunale di Lucca di far fallire la società Aeroporto nonostante avessimo trovato un’azienda privata seria e innovativa che ha messo nero su bianco la sua volontà di investire nella società, accollandosi anche una parte di debito che – va detto – c’era da prima che il Comune diventasse socio di maggioranza al 90% – mette oggi a rischio il posto di lavoro di alcune persone.
Per carità, stiamo parlando di cinque/sei persone, numeri che per i consiglieri comunali di minoranza non contano ma per il sottoscritto invece contavano e contano! Per la minoranza conta solo dire “Ooohhh guardate, il piano del Menesini non è andato in porto!”.
Che cosa sciocca. Perché il rilancio dell’aeroporto senza più contributi provenienti dalle casse del Comune era il piano a vantaggio dell’intera comunità, quella di Capannori, con cui si garantiva i posti di lavoro già esistenti e, in più, si andava a crearne di nuovi.
In più era il piano di un’azienda privata pronta a scommettere sui droni, supportata dall’interesse della Regione.
Il giudice ha fatto le sue valutazioni e, come era nelle sue competenze, ha detto “no” al piano, ma il “no” ha delle conseguenze, alcune immediate altre meno. E a pensare alle conseguenze immediate ci sono io e la mia squadra di maggioranza.
Perché noi siamo preoccupati per quelle persone che rischiano il posto, nonostante avessimo lavorato – il piano presentato in Tribunale ne è la prova concreta – perché queste persone non dovessero mai preoccuparsi del posto di lavoro. E per crearne di nuovi, perché ci sembra evidente che ce n’è bisogno.
Mentre chi sa fare solo polemiche fa sterile polemica, noi ancora una volta ci rimbocchiamo le maniche.

Capannori c’è.

Fonte Verde Azzurro

Advertising