[Lucca] Il Desco – Sapori e Saperi Lucchesi in mostra Edizione 2017

da
Advertising

Lucca –

Il Desco – Sapori e Saperi Lucchesi in mostra Edizione 2017

Tutti i sabati e le domeniche dal 18 novembre fino al 10 dicembre al Real Collegio nel centro storico di Lucca


1170x500senzaloghi

Lucca, 25 ottobre 2017 – “Il Desco è un evento amato da tutti, che negli anni ha saputo assolvere al ruolo di cerniera nel passaggio dall’alta alla bassa stagione e di promozione del prodotto locale. Tutti gli amici, tutti gli estimatori e tutti coloro che hanno visitato gli espositori, i laboratori di degustazione, le attività didattiche rivolte ai bambini, i seminari sulla nutrizione comprendano le motivazioni di una decisione forzata e confermino il loro attaccamento al Desco”, esordisce così il Presidente della Camera di Commercio Giorgio Bartoli e continua: “Il Desco nato come una vetrina del prodotto tipico è stato al centro di un impegno condiviso tra Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Azienda di Promozione Turistica e Camera di Commercio anche per segnare con un evento di rilievo la bassa stagione della città di Lucca.

A causa della cancellazione delle APT prima e della riduzione della capacità di spesa di Comune e Provincia, nonché per quest’ultima le complicazioni finanziarie legate alle scelte del Governo e agli esiti del referendum, oramai da cinque anni è stata la sola Camera di Commercio a finanziare Il Desco con il sostegno indispensabile della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e inizialmente della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

La riforma del sistema camerale limita alcune funzioni storiche dell’ente ed impone il taglio del 50% delle risorse, assegnandoci tuttavia nuove competenze ed obiettivi strategici, quali i temi dell’alternanza, della digitalizzazione, del turismo e della valorizzazione dei beni culturali. E’ questo il contesto che ci ha imposto nostro malgrado di prevedere per la prima volta un biglietto di ingresso simbolico di € 3,00 con un’ampia gamma di riduzioni per singoli e famiglie interessati a più visite durante la durata della manifestazione”.

 

Il Desco era rimasta fino a questa edizione una delle poche mostre-mercato gratuite. Da Parma a Reggio Emilia, da Modena a Bologna, da Firenze a Pisa, da Livorno alla stessa Lucca non c’è iniziativa di pregio che non preveda un costo di ingresso.

Il Presidente Bartoli sottolinea come la Camera stia operando anche sul mercato delle sponsorizzazioni pubblicando “un avviso per la ricerca di sponsorizzazione per l’evento Il Desco 2017. Le candidature da parte di imprese interessate possono riguardare sponsorizzazioni di natura finanziaria e di natura tecnica ed è possibile presentare candidature che prevedano entrambe le forme sia finanziaria, che tecnica”.

  “Il nostro impegno – ha continuato Giorgio Bartoli, Presidente della Camera di Commercio di Lucca – è quello di consolidare il Desco come una mostra mercato che dimostra la qualità del prodotto lucchese e comunque tipico, produce attenzione sulla città di Lucca in bassa stagione e dà la possibilità alle imprese espositrici di avere una vetrina fuori dai loro negozi, laboratori e mercati tradizionali”.

“Il progressivo investimento in comunicazione, la rete territoriale costruita in questi anni e la bontà della proposta, scevra da un approccio sofisticato e pomposo, ci ha condotto a risultati che hanno superato le 50000 presenze, chiediamo quindi a queste amiche ed amici di aiutarci a consolidare Il Desco quale punto di incontro e di interesse per la promozione dell’agroalimentare lucchese, dell’identità del nostro territorio e dell’intreccio tra sapori e saperi che lo aratterizzano”.

I soggetti interessati alla sponsorizzazione possono far pervenire la loro offerta in forma scritta all’indirizzo di posta elettronica certificata camera.commercio.lucca@lu.legalmail.camcom.it, secondo la modulistica pubblicata sul sito www.lu.camcom.it.

Info: www.ildesco.eu – www.facebook.com/ildescolucca – info@lu.camcom.it

Fonte Verde Azzurro

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.