[Lucca] Lucca Sicura: esteso a tutte le frazioni del territorio comunale il servizio InAllerta.it il portale web della sicurezza urbana integrata

da
Advertising

Lucca –

Lucca Sicura: esteso a tutte le frazioni del territorio comunale il servizio InAllerta.it il portale web della sicurezza urbana integrata

Un progetto di cittadinanza interattiva in collaborazione fra pubblica amministrazione e forze dell’ordine per la segnalazione

e prevenzione dei reati più diffusi e del degrado

 

Lucca Sicura, il progetto promosso dall’amministrazione Tambellini e finanziato dalla Regione Toscana come intervento pilota a favore delle politiche locali per la sicurezza urbana, compie un ulteriore sviluppo nel suo percorso di coinvolgimento dei cittadini grazie all’estensione a tutte le frazioni del territorio comunale delle funzioni di InAllerta.it La nuova versione del portale è stata presentata questa mattina a Palazzo Orsetti dal sindaco Alessandro Tambellini, dall’assessore alla Sicurezza Francesco Raspini, dal presidente dell’Associazione “Più Informati Più Sicuri” Lodovico Poschi Meuron, da Ettore Nieri amministratore del sito web e da Ilaria Rapetti di Simurg Ricerche, partner del Comune di Lucca in questo progetto.

 

La sicurezza del territorio è un patrimonio comune che si costruisce giorno per giorno, sorvegliando la legalità e stringendosi attorno alle regole e ai valori della comunità. Questo significa non chiudersi nel proprio individualismo ma fare circolare le informazioni, interessarsi del proprio quartiere, stringere legami di vicinato e contribuire alla vigilanza e al lavoro delle forze dell’ordine – ha dichiarato il sindaco Tambellini –. Il Comune ha il dovere di non lasciare soli quanti sono colpiti dai reati come furti e truffe, particolarmente odiosi quando sono perpetrati ai danno delle persone più deboli. Per questo vogliamo fornire ai lucchesi più strumenti possibili di prevenzione, per riconoscere le situazioni di rischio, per sapere cosa fare in caso di pericolo”.

 

InAllerta.it è il sito ufficiale di Lucca Sicura, a disposizione di tutti i lucchesi per le poter inserire in tempo reale segnalazioni ed informarsi su sicurezza ed ordine pubblico. È frutto di un percorso di condivisione con le forze dell’ordine che hanno contribuito alla creazione di uno strumento versatile ed efficace ma anche portatore di contenuti attendibili e rispettoso della privacy. Tutto questo è possibile tramite un lavoro di moderazione messo in atto dall’Associazione “Più Informati Più Sicuri”, il soggetto ideatore del sito web che svolge il ruolo di filtro con l’esterno attraverso un’attenta verifica delle fonti e il controllo accurato delle notizie pubblicate.

 

Le informazioni sono geolocalizzate sul territorio attraverso una mappa interattiva Google e sono suddivise attraverso categorie specifiche fra cui: abbandono rifiuti, atti vandalici, spaccio, furti, tentativi di truffa, oggetti smarriti/ritrovati, allerta protezione civile, interruzione pubblici servizi, insicurezza stradale.

 

La velocità e la condivisione di informazioni verificate, localizzate e puntuali sulla sicurezza sono alla base della prevenzione e consentono alle forze dell’ordine di poter avere elementi indispensabili alla repressione dei reati sul territorio – ha affermato l’assessore Francesco Raspini l’amministrazione intende costituire e mantenere una rete sociale reale e virtuale in grado di assolvere alla richiesta di maggiore sicurezza coinvolgendo i cittadini stessi nella segnalazione sui fatti rilevanti per la sicurezza del territorio urbano e delle frazioni”.

 

 

La finalità principale del progetto è il coinvolgimento dei cittadini nelle politiche della sicurezza, incrementando la socialità, la rete e il senso di comunità in grado di fare muovere anche piccole azioni di aiuto e sostegno reciproco propedeutici ad un’adeguata opera di sorveglianza spontanea della città. InAllerta.it è di fatto il primo strumento, realizzato con il contributo della pubblica amministrazione e delle forze dell’ordine, a disposizione per operare prevenzione dei reati più comuni.

 

Per lasciare le segnalazioni occorre registrarsi al sito; questo, in caso di necessità, consente alle forze dell’ordine di poter avere un contatto diretto con l’utente ma potrà essere garantito su richiesta anche l’anonimato per tutelare la privacy di chi comunque decida di fornire informazioni di pubblico interesse. InAllerta.it, nella sua versione sperimentale, è stato inaugurato nel marzo 2017 in occasione degli incontri pubblici “I Venerdì della Sicurezza”, organizzati nel quartiere di San Vito dall’amministrazione comunale per monitorare le esigenze dei cittadini e fornire strumenti utili all’organizzazione di azioni efficaci di controllo di vicinato e condivisione di notizie.

 

20171027_121945-1600x1200

Fonte Verde Azzurro

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.