Capannori Iniziata l’opera di riqualificazione dei terreni in via dell’Arpino al Frizzone, dopo il provvedimento emanato dal sindaco

da
Advertising

Capannori –

Frizzone

E’ già visibile l’opera di riqualificazione nell’area del Frizzone, e in particolare di via dell’Arpino, grazie al provvedimento preso nel settembre scorso dal sindaco Luca Menesini, con cui ordinava ai  privati di disboscare e ripulire i terreni di questa zona che stava divenendo, come segnalato dalle Forze dell’Ordine, un luogo ‘comodo’ per la delinquenza e lo spaccio proprio per la possibilità  di nascondersi con facilità.
Una decisione presa per stroncare il fenomeno sul nascere dopo un sopralluogo compiuto nella zona insieme alla polizia municipale e all’ufficio tecnico del Comune, durante  il quale fu verificato lo stato di forte incuria della vegetazione cresciuta in modo disordinato che era appunto facile nascondiglio per i  malintenzionati.
Dopo le prime comunicazioni ai singoli proprietari dei terreni (nei  prossimi giorni ne saranno inviate altre)  oggi  alcuni di loro hanno iniziato l’opera di pulizia  su  un tratto di via dell’Arpino, la strada che collega  il sottopasso di Paganico con l’autostrada, ed è stato rimosso  anche parte del sottobosco incolto di rovi delle pioppete.

“Sono soddisfatto dei risultati che sta iniziando a dare il provvedimento che abbiamo adottato lo scorso settembre – afferma il sindaco, Luca Menesini -. Se passiamo da Via dell’Arpino i segni della riqualificazione cominciano ad essere visibili,  essendo stata rimossa parte di quella vegetazione che creava luoghi ‘facili’ per la delinquenza e lo spaccio. Una situazione che certo non potevamo tollerare e sulla quale siamo intervenuti con tempestività nella convinzione che degrado chiama degrado e che anche il degrado ambientale può favorire comportamenti illeciti. Adesso con l’invio di  ulteriori comunicazioni a  cittadini proprietari di terreni incolti della zona vogliamo portare a compimento l’opera di manutenzione e riqualificazione di quest’area, affinché   non sia più fonte di pericolo e venga ripristinata una situazione di  sicurezza per  la comunità. Tema a noi particolarmente caro quello della sicurezza, come dimostrano le tante iniziative che stiamo mettendo in campo, dai gruppi Whatsapp al controllo di vicinato” .

Lo scorso settembre furono una quindicina le comunicazioni inviate dal Comune ai  proprietari dei terreni  incolti della zona del Frizzone, che intimavano loro di pulire le loro proprietà. In questi giorni ne partiranno altre, affinché l’opera di manutenzione e riqualificazione venga realizzata in tutta l’area di via dell’Arpino.

Advertising
Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published.