Firenze Trombi, Grassi e Verdi (Firenze Riparte a Sinistra) “Timori che il sindaco non abbia letto bene il Rapporto UNESCO”

da
Advertising

Queste le dichiarazioni dei consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra Giacomo Trombi e Tommaso Grassi e della consigliera Donella Verdi

 

“Abbiamo letto con attenzione l’intero rapporto sulla missione UNESCO, e se è vero che è fondamentalmente, e incomprensibilmente, abbastanza benevolo con l’amministrazione, tirate di orecchio e stop decisi ne contiene eccome, ma il sindaco o non li ha ben afferrati, o ha preferito sorvolare con nonchalance.

Anzitutto vi è un no deciso al sottoattraversamento della tramvia nel centro storico, considerato pericoloso, inutile e fortemente impattante, oltreché deleterio, progetto fortemente perorato da Renzi e sostenuto dalla maggioranza in consiglio.

Inoltre, su TAV e aeroporto il rapporto ha rilevato un impatto diretto neutrale (o lievemente positivo, come quello dell’aeroporto, ma non sul nostro sito UNESCO: solo sulle ville medicee di Castello e La Petraia!) mentre è stato rilevato come sia potenzialmente negativo l’effetto di entrambe le opere in termini di maggiore attrazione di turisti mordi-e-fuggi. E questo è una minaccia all’integrità del sito UNESCO. Sull’aeroporto, per altro, vengono chiaramente menzionati i voli sopra la città, che sono stati esclusi a parole in ogni sede, ma che in realtà ci saranno eccome.

Altro stop clamoroso è ai posteggi in centro, non solo a Brunelleschi: nel report si dice che è necessario dire di no a nuovi posteggi, a meno che non siano sui viali o nelle immediate vicinanze. E questo perché è, semplicemente, contrario alle politiche stesse del Comune di Firenze, almeno sulla carta.

In generale la pressione turistiche viene riconosciuta come una minaccia e il comune dovrà in futuro coinvolgere fin da subito UNESCO nella progettazione delle grandi opere infrastrutturali, avendo al centro del proprio operato il bene del sito, patrimonio dell’umanità.

Infine, nel report si invita a prestare maggiore attenzione e cura nei rapporti con la società civile – leggi comitati – cosa in cui evidentemente il Comune non appare virtuoso nemmeno a ICOMOS, che invece ha preso seriamente in considerazione tutte le segnalazioni ricevute, ivi compresa quella di piazza Brunelleschi”. (fdr) 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.