[Lucca] Il Gs.Lammari rosa, in evidenza nella regina della corsa: la maratona.

da
Advertising

Lucca –

Le fondiste lammarine, in questi ultimi quindici giorni, hanno infatti ottenuto grandi risultati. Iniziando dal 15 ottobre, dove una bella rappresentanza italiana si è spostata in terra ungherese, a Budapest, per partecipare alla “32 Spar Budapest Marathon” disputata nella bellissima cornice del Danubio. I colori amaranto si sono ben distinti con: Odette Ciabatti piazzatasi al 2° posto di categoria con il tempo di 3h33’; Elena Martignani che ha chiuso con 3h44’ e Mara Antongiovanni che coronava un sogno al traguardo con 4h11’. Ma sentiamo dalle parole di Mara quale era questo sogno.

<<Da due anni rincorrevo la 40.a medaglia ovvero partecipare e tagliare il traguardo della quarantesima maratona, ma sembrava impossibile metterla al collo. Dalla maratona di Lucca del 2015, saltata per uno stiramento 10 giorni prima, mi sono capitate diverse difficoltà, fino all’intervento al menisco. Recupero lentissimo, ma alla fine, con pazienza, determinazione e perseveranza, sono uscita dal tunnel. Finalmente, come se fosse la prima a volta, ho ricominciato a correre. Questa volta è stata molto dura ripartire, ma anche in questo brutto momento, avevo un grande supporter a sostenermi, “il mi Giò“. Tutto sembrava andare bene, e sempre più ci credevo. Budapest avrebbe coronato il mio sogno. Poi, ad una settimana dalla gara, infortunio inaspettato: piccola lesione al polpaccio. Tutto ad un tratto, ho visto di nuovo il buio. Il mitico Daniele, dopo una settimana di terapia, a 3 giorni dalla maratona, mi ha incoraggiato, dicendomi che avrei potuto farcela. Tutto quello che la corsa mi ha dato e mi darà sono soddisfazione personali, traguardi inaspettati che mai avrei pensato di raggiungere, 30 anni di attività che mi hanno regalato gioie immense e dolori subito scomparsi. Le mie 40 maratone, tutte nitidamente memorizzate, diverse fra loro per risultato, interpretazione della gara, compagnia, ma ognuna con il suo fascino. Non ho mai rincorso la posizione, ma la prestazione si, allenandomi con sacrificio dopo il lavoro: caldo, freddo ed acqua non mi fermavano. Adesso sento di dover correre solo per la gioia di ammirare ciò che mi circonda, di condividere la fatica con amici, di capire quanto sono fortunata. Budapest per me è stato tutto questo, e devo ringraziare tante persone, ma tre in particolare. Mio marito Giò, colonna portante di tutta la mia vita, e due insostituibili amici, che hanno creduto in me e mi hanno convinto che potevo farcela, Gian Piero e Massimo. 42 km. corsi dall’inizio alla fine in tre, con un grande pianto liberatorio finale. Non smetterò mai di ringraziarli, e ricorderò sempre questa 42, per essere la prima con un diverso obbiettivo: divertirmi>>.

Ma adesso si continua con le prestazioni del Gs Lammari con Cristina Neri, che nello stesso giorno e rientrata dopo un lungo periodo di stop, centrava immediatamente l’obiettivo vincendo una gara in linea a Livorno.

Lo scorso 22 ottobre ancora un ottimo risultato è portato a termine dalle ragazze del Lammari con una tripletta di podi ottenuta alla “Lucca Marathon 2017” con Denise Cavallini, che per la terza volta si è aggiudicata la vittoria sulla distanza dei 42,195 km lucchesi fermando il tempo in 2h57’ mentre al secondo posto arrivava Claudia Marietta con 3h01’ ed inoltre sul podio saliva anche Cristina Perrone che ha corso nella 30 km. classificatasi 2.a di categoria. Al tempo stesso Rosella D’Arata saliva sul gradino più alto del podio in una corsa in linea a Quarrata.

Il 29 ottobre, una strepitosa prova di Claudia Marietta, che con 2h58’35’’ si è classificata 3° assoluta alla maratona di Torino, migliorando il suo personale. Una maratona che l’ha vista ritornare nella sua città natale come fondista amaranto e corsa con grande determinazione, convinzione e motivazione. Ad Arezzo, nella mezza maratona internazionale, Juliet Chekwel, alla sua prima esperienza su questa distanza è 3,a assoluta con 1h11’, mentre la compagna di squadra Adha Munguleya fermava il cronometro in 1h14’ migliorando il suo personale di ben 5 minuti. Infine chiude questa rassegna di successi Romina Sedoni, che ha vinto la Strapaesana di Valdibure a Pistoia.

Adesso ci sono attese per il prossimo grande impegno del 5 novembre che vedrà scendere in gara negli Stati Uniti d’America due atlete lammaresi, infatti Denise Cavallini e Cristina Perrone saranno di scena alla mitica “New York Marathon 2017”.

ALLEGATO 3 FOTO

Due inerenti Mara Antongiovanni a Budapest con la “40.a medaglia” nelle maratone

Il podio alla Lucca Marathon di Denise Cavallini e Claudia Marietta

Fonte Verde Azzurro

Advertising